Wikipedia, in Turchia bloccato l’accesso all’enciclopedia online

Le autorità della Turchia hanno bloccato l'accesso all'enciclopedia online Wikipedia

Prima i social network Facebook, Twitter, poi il sistema di messaggistica Whatsapp e YouTube, adesso la Turchia ha bloccato anche l’accesso a Wikipedia, l’enciclopedia online, che, secondo Ankara, presenterebbe il Paese come sostenitore del terrore, quindi danneggiandone l’immagine.

Turchia blocca accesso a Wikipedia: i motivi

Il divieto, di cui sono ignoti i motivi, è stato reso esecutivo dalle sette del mattino (ora italiana) di oggi, sabato 29 aprile 2017. La notizia è stata diffusa dal Turkey Blocks, un gruppo che monitora la rete della Turchia. Sul sito del gruppo si parla di una misura amministrativa. In pratica chi vuole accedere all’enciclopedia online, può farlo solo attraverso una Vpn (una rete privata virtuale). Infatti, quando si prova ad accedere alla pagina di Wikipedia sfruttando un server turco agli internauti viene mostrato un avviso dove si legge che è impossibile raggiungere il sito a causa di “un errore di connessione”.

Sarebbero stati censurati, secondo quanto riferisce il gruppo, dei contenuti applicando dei filtri. A spiegare i motivi del provvedimento delle autorità turche è stata l’emittente locale Ntv, che ha sottolineato come i gestori di Wikipedia si sarebbero rifiutati di rimuovere alcuni contenuti falsi su presunti legami tra la Turchia e delle organizzazioni terroristiche.