Attentato Istanbul, 13 morti: poliziotti tra le vittime

Attentato Istanbul, 13 morti: poliziotti tra le vittime

Paura in Turchia. A seminare il terrore  (stando a quanto riferisce la CNN turca) è stata un’auto-bomba, che è stata fatta esplodere nei pressi dello stadio BJK İnönü, circa 2 ore dopo la partita tra il Besiktas ed il Burspor. Il vile atto  ha causato 13 vittime, 13 persone che hanno perso la vita; mentre i feriti sono almeno 20.

Fonti ben informate riferiscono che la maggior parte delle vittime sono poliziotti, dato che, secondo i media locali, l’obiettivo dell’autobomba era un bus delle forze dell’ordine.

A definire l’accaduto un attentato terroristico è stato proprio il governo turco, ma chi sono i colpevoli? Stando al sito Stratfor, le ipotesi sono due: la prima è che sia stato l’Isis, la seconda ipotesi invece è che sia stato opera degli estremisti curdi del Tak (Kurditsan Freedom Falcons), scissionisti del Pkk dal 2004.

Ricordiamo che nell’ultimo anno il Tak si è reso colpevole di due attentati nella capitale di Ankara,  lo scorso febbraio, in cui morirono 28 persone e a marzo  dove le vittime furono 37.

Esplosione ad Istanbul vicino Stadio del Besiktas: 20 feriti

Sognatore per antonomasia, ritiene che la verità vada ricercata e non creduta per sentito dire. Appassionato di testi antichi i quali ritiene vadano letti per ciò che raccontano, senza volerne alterare il significato, con figure retoriche inesistenti, per veicolare una verità che non esiste.
Poeta spesso malinconico.
Ama definirsi “Destista”