Firenze, Omicidio-Suicidio per gli Ottantenni con figlia disabile

Treviso Uomo Ucciso a Silea? Corpo trovato alla Silos Pagnan

Sono state rinvenute morte, alle prime ore di stamani, nel loro appartamento alle porte di Firenze, tre persone. Si tratta di una famiglia composta da due genitori ottantenni e dalla loro figlia di 44 anni disabile. Confermata l’ipotesi di omicidio-suicidio: trovata una lettera del padre.

Allertati dai vicini e conoscenti, che da tempo non riuscivano a mettersi in contatto con la famiglia, i Vigili del Fuoco, hanno fatto irruzione stamani in un appartamento alla periferia di Firenze, in località Brozzi. I componenti della famiglia che vi abitava sono stati trovati già cadaveri. Sono una coppia di oltre ottant’anni e la loro figlia quarantaquattrenne, affetta da disabilità. Sui corpi sono stati rinvenuti colpi di arma da fuoco. L’ ipotesi delle prime indagini che si trattasse di un caso di omicidio-suicidio è stata confermata quasi subito.  Sarebbe stato il padre Guerrando Magnolfi, 84 anni, a far fuoco su sua figlia Sabrina, tetraplegica, e la moglie Gina con un fucile da caccia, rivolgendo poi su se stesso l’arma.

Sul luogo è stata trovata una lettera scritta dall’uomo, il testamento in cui spiega il gesto programmato da lungo tempo. Sembra probabile, da alcune indiscrezioni, che anche la moglie Gina fosse d’accordo con l’intento del marito.

Pubblicato da Lelia Paolini

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.