Cronaca

Mafia a Bari: 25 arresti in un blitz della squadra mobile

Una lunga partita a scacchi, quella giocata dalle forze dell’ordine e dai clan mafiosi, nel capoluogo pugliese. La partita però si è chiusa stanotte, alle prime luci dell’alba, quando con dei blitz mirati la squadra mobile della Questura di Bari, con l’ausilio della direzione distrettuale anti-mafia, hanno portato all’arresto di ben 25 persone, tutte o quasi affiliate ai clan mafiosi degli Strisciuglio e Mercante.

Le operazioni illegali dei clan

I due clan tenevano sotto assedio diversi quartieri della città, insanguinandoli con una guerra per il controllo del territorio. Agli imputati sono stati contestati diversi reati quali associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti aggravata dall’uso delle armi, associazione a delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, detenzione illegale di armi. Diversamente da quanto si è potuto pensare, lo spaccio di stupefacenti e il controllo delle piazze restano le attività più redditizie per le casse dei clan che si davano battaglia per la conquista di maggior territorio.

Dalle indagini sono emersi ulteriori sviluppi anche su un caso di duplice tentanto omicidio, aggravati adesso dallo stampo mafioso, con i quali gli uomini dei clan cercavano di eliminare alcuni rivali nel tentativo di allargare il dominio e l’influenza sul territorio nemico. Gli arresti e le perquisizioni sono ancora in corso e sicuramente ci saranno nuovi coinvolgimenti.

Questo scacco matto alla mafia barese arriva a un mese dal precedente colpo inflitto ai clan baresi nel bitontino. In quella occasione gli arresti coinvolsero i clan dei Capriati e dei Conti che controllavano l’area nel nord barese. Tra gli arrestati ci furono anche i responsabili dell’omicidio di Annarosa Tarantino, l’anziana rimasta coinvolta nella sparatoria lo scorso 30 dicembre, e usata come scudo, che doveva decretare la morte di Giuseppe Casadibari.

Tag

Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.
Back to top button
Close
Close