Mimmo Lucano a Roma: “Come fa un cristiano a votare Salvini?”

Il Sindaco di Riace, attualmente sospeso, parla del modello d’integrazione dei migranti nella sua Riace a Roma.

Mimmo Lucano Roma Salvini

Nell’ambito di Più Libri Più Liberi 2018, la Fiera dell’Editoria a Roma, Mimmo Lucano ex sindaco di Riace è ospite per dialogare e commentare sul tema controverso dell’immigrazione e del modello di accoglienza che ha contribuito a creare a Riace.

I fatti di cronaca sono noti ai più, Mimmo Lucano è attualmente sospeso come sindaco ed indagato dalla magistratura per aver favorito un matrimonio tra un cittadino italiano ed una cittadina extracomunitaria e aver gestito in maniera opaca i fondi per l’accoglienza. Dopo esser stato agli arresti domiciliari, Lucano ha subito il divieto di permanere a Riace.

Durante l’incontro, l’ex sindaco spiega come è iniziato il modello dell’accoglienza e cosa ha portato Riace all’attenzione di varie realtà. Tra gli interessamenti – e il sindaco ne parla con fierezza – quello di Wim Wenders che ha girato un documentario sul modello di accoglienza calabrese e ha intenzione di ritornarvi.

Secondo Lucano tutto inizia nel 1998 quando un’imbarcazione di immigrati attracca sulle spiagge di Riace, iniziando a sensibilizzare la cittadinanza e le autorità sul problema dell’accoglienza. Dice Lucano:

L’accoglienza è stata sempre condivisa tra la Chiesa e lo Stato che spesso condividevano gli stessi intenti. Ci si trovava davanti ad una scelta: assecondare l’impulso di umanità o essere insensibili.

L’ex sindaco parla anche del clima di odio che si riversa anche sulla scena politica:

Sta accadendo che le persone che non rimangono insensibili sono avversate e mortificate. Molti odiano chi dimostra di avere sensibilità. Quest’odio è diventato autorevole nella società italiana e vengono avversati sia gli ultimi sia chi la pensa diversamente.

Parole dure anche per Matteo Salvini che di Riace ne ha fatto una battaglia politica e per il suo partito:

Come fa chi è cristiano a votare Salvini – dice il sindaco – i politici ricordano solo i gesti cristiani nell’apparenza come fare il presepe e stringere rosari. La Lega è un contenitore vuoto. Prima erano anti-meridionali ed adesso sono diventati anti-immigrati.

E ancora:

Aspetto di confrontarmi con Salvini su questo tema, ma il ministro non vuole confrontarsi con me.

Lucano, inoltre, ripercorre tutte le tappe in politica, dalla militanza in Democrazia Proletaria fino alla sua elezione a sindaco e al suo impegno verso i migranti. Il suo modello consiste in:

Aprire le case chiuse da 40 anni degli emigranti di Riace e assegnarle ai migranti per farli vivere in maniera dignitosa e sfruttare le loro competenze per la società.

Un progetto ambizioso attualmente fermo, ma Mimmo Lucano si dice pronto a ricominciare presto.

Pubblicato da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l'Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante