Cronaca

Picchiata dal padre perché troppo occidentalizzata

Ancora l’ennesimo caso di violenza domestica, avvenuto stavolta in provincia di Cremona, ai danni di una giovane ragazza marocchina di sedici anni. La studentessa era stata appena picchiata, violentemente, dal padre, un operaio di 58 anni.

Quando i militari del 112 sono arrivati nell’abitazione hanno trovato la ragazza con il volto ricoperto di ecchimosi. La stessa ha poi raccontato ai carabinieri di essere stata sbattuta più volte contro muro della propria abitazione. La posizione del padre, adesso denunciato per violenza su minore, è al vaglio degli inquirenti.

Stando alle prime ricostruzioni la causa scatenante della violenza è stata la troppa occidentalizzazione della giovane. Infatti la studentessa si era integrata perfettamente e aveva assunto atteggiamenti, che vanno dal vestire alle cerchie di amicizie, molto distanti dalla tradizione e cultura araba.

Da questo scenario sarebbe emersa la furia di un padre e padrone che ha continuato, pur lontano dalla propria terra, a voler rispettare in maniera tassativa e violenta una tradizione e una cultura oppressiva.

Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close