Russiagate news: salta vertice previsto oggi fra Putin e Trump

ll vertice, annunciato solo ieri tra Putin e Trump non si terrà. L'incontro sarebbe dovuto avvenire in data odierna in Vietnam ma stamane è arrivata la smentita della Casa Bianca.

Un nuovo capitolo delle Russiagate news si aggiunge a quelle dei giorni precedenti. ll vertice, annunciato tra Putin e Trump non si terrà. Stranamente non comunicato dalle rispettive agende impegni dei due presidenti, avrebbero dovuto, però incontrarsi nella giornata di oggi in Vietnam. Ma la Casa Bianca ha annunciato inaspettatamente che l’appuntamento non è più in programma.

Le ragioni dell’annullamento del vertice

A rivelare ieri della trattativa per un meeting separato a margine del summit dell’Apec, Cooperazione economica Asia-Pacifico, era stato l’assistente presidenziale del Cremlino Yury Ushakov. “Ora, in questo momento, si sta concordando il momento, ma sarà il 10“. Eppure,quasi immediatamente dopo l’arrivo di Trump, la comunicazione della White House a stelle e strisce. Quello che a tutti gli effetti è un forfait in piena regola trova giustificazione nel fatto che non fosse prevista la presenza contemporanea di due leader nella medesima città.

E da Washington, intanto giungono rumors su una nuova svolta nelle indagini relative al Russiagate; per la prima volta le stesse fanno breccia nella ristretta cerchia del Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Robert Mueller, procuratore speciale, ha difatti interrogato il consigliere politico del presidente, Stephen Miller. Come riporta anche la Cnn sarebbe una figura di primissimo piano alla Casa Bianca.

Russiagate news:L’importanza di Stephen Miller nelle indagini

Miller può essere considerato, senza alcun dubbio, come il personaggio più di alto livello finora mai ascoltato nell’ambito delle indagini. Il suo ruolo nella messa KO del capo dell’Fbi James Comey sarebbe, sempre stando a quanto finora emerso e confermato da alcune fonti media, al centro dei temi affrontati nel corso dell’interrogatorio. Uno fra gli obiettivi degli investigatori è venire a capo dell’enigma seguente: dietro alla gestione del caso Comey ci sarebbe stato un tentativo da parte della Casa Bianca di ostacolare le indagini sul Russiagate? Al momento si tratta solo di supposizioni.

Il procuratore Mueller, inoltre, starebbe focalizzando il proprio interesse e le indagini sull’ incontro che si svolse nel marzo del 2016, in piena campagna elettorale. Un incontro in cui il consigliere di politica estera del tycoon, George Papadopoulos si propose per organizzare un incontro tra Trump e Vladimir Putin. A quell’incontro era presente, al tempo anche Miller. La trama si infittisce e il mistero pure…non resta che attendere l’evolversi delle vicende per capire se questo vertice fra i due presidenti avverrà in seguito e se sì, dove e quando.

Laureata in Belle Arti, Dipartimento di Arti Visive ha scelto di fare della Decorazione Artistica, in ogni forma la sua vita. Pugliese di nascita, spezzina d’adozione ha sempre un nuovo libro con sé; ama i viaggi, la fotografia, il buon cibo e predilige i film storici. Freelance Editor per Newsly.it e NailsArt.it scrive per dare voce alle idee, per lasciare che si concretizzino e possano dare nuova forma e sostanza al mondo che la circonda.