Cronaca

Sparatoria a Napoli, esplosi 18 colpi in Piazza Mercato

Ancora una volta il capoluogo partenopeo si rende protagonista dell’ennesima “stesa“, ovvero un raid intimidatorio da parte della criminalità organizzata: la Polizia di Stato ha recuperato 18 bossoli in piazza Mercato dopo una telefonata arrivata al 113 nella serata di ieri.

I colpi sono stati esplosi alle 21 circa da sconosciuti. Per fortuna nessuno è rimasto coinvolto o ferito e la polizia ha aperto le indagini con la visione dei filmati di videosorveglianza presenti nella zona.

Le “stese” sono colpi sparati all’impazzata da gregari, spesso giovanissimi, di nuovi clan che stanno prendendo il posto delle vecchie cosche della camorra, falcidiate da arresti e condanne. Sparare serve ad affermare il controllo del territorio e spaventare eventuali rivali.

Nei giorni precedenti, in un raid molto simile, una donna è rimasta ferita ad una gamba nel rione Forcella perché affacciata al balcone di casa.

Duro, durissimo, il commento del sindaco De Magistris: “Il Governo non fa nulla per la sicurezza. Non rafforza la presenza delle forze di polizia, né fa concorsi, acquista autovetture, o paga gli straordinari per avere più pattuglie in strada di notte“.

La città di Napoli si sente abbandonata dallo Stato che appare più preso dal problema immigrazione e braccio di ferro con l’UE, piuttosto che garantire la sicurezza effettiva nelle città del Mezzogiorno, martoriate dalla criminalità organizzata.

Tag

Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close