Cronaca

Terrorismo Lazio: smantellata rete di Amri

Dopo le operazioni di Foggia e Torino, continua il lavoro dell’intelligence italiana per smantellare eventuali cellule terroristiche e prevenire il rischio di attentati. Nella notte è stata avviata una nuova operazione anti-terrorismo nel Lazio: uomini dell’Ucigos assieme ad agenti della Digos hanno compiuto arresti per tutta Roma e Latina. Ad essere colpita e smantellata questa volta è stata la rete di Anis Amri, il tunisino che aveva compiuto la strage ai mercatini di Natale a Berlino e ucciso a Sesto San Giovanni nel dicembre del 2016.

In tutto sono cinque gli arresti effettuati, su ordine di custodia cautelare detentiva emessa dal Gip di Roma, nelle due città laziali. I reati ipotizzati sono molteplici e vanno dall’addestramento e attività finalizzate al terrorismo internazionale di matrice jihadista, associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione e circolazione di documenti falsi e infine favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Oltre i cinque arresti, sono in corso ancora numero perquisizioni nelle provincie di Latina, Roma, Viterbo, Caserta, Napoli e Matera. Il sospetto è che Anis Amri avesse una fitta rete di collegamenti che coinvolge più punti della Penisola e dunque non si voglia colpire una sola cellula, ma tutta la rete usate per proteggersi e compiere attentati.

Tag

Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.
Back to top button
Close
Close