Mtv e Deejay diventano generaliste e fanno il botto: La7 ferma al palo?

Palinsesto La7 Autunno 2015: Ecco le novità

Prima o poi il famoso duopolio Rai-Mediaset, che da più di trent’anni ha dominato e caratterizzato la televisione italiana, era destinato a frantumarsi; a farlo ci hanno pensato due editori stranieri come Sky Discovery che hanno acquistato i canali Mtv Deejay TV, presenti rispettivamente nei tasti 8 e 9; entrambi, con un passato di reti musicali, hanno fatto il grande salto trasformandosi in reti generaliste.

Per quel che riguarda l’emittente di Murdoch si tratta del raggiungimento di un meta sofferta, quella di entrare all’interno del mercato della tv generalista, e per farlo ha colto l’occasione di acquistare Mtv, canale che Telecom Italia Viacom volevano vendere, all’indomani del rifiuto di Urbano Cairo che si interessò soltanto all’acquisto di La7 La7d. 

Inoltre Sky per affacciarsi alla generalista e far crescere l’emittente ha cambiato il nome in Mtv8, confermando in toto la natura generalista della rete che ormai da qualche anno aveva abbandonato quella musicale; e l’hanno fatto portando le repliche e i grandi eventi Sky all’interno della rete. Tra le audizioni di Italia’s got talent, le repliche di X Factor, il Motomondiale e l’ Europa League con la partita Fiorentina-Basilea si intravedono già dei primi segnali di forte crescita dell’emittente, e questo è solo l’inizio.

Per quel che riguarda Deejay Tv invece la sorte è stata più o meno simile a quella della concorrente Mtv, pardon Mtv8; dopo il periodo di crisi è stata venduta dal Gruppo Espresso Discovery che l’ha subito improntata a rete generalista, partendo dallo slogan: “In caso di noia premere 9”.

L’ex Rete A è riuscita a far breccia in poco tempo nel panorama televisivo trasmettendo la finale Us Open 2015 Flavia Pennetta vs Roberta Vinci, ottenendo 1.330.000 telespettatori con il 6,6% di share, un record storico per Deejay Tv che è riuscita a superare La7, Rai3, Rete4 Italia1 e a pareggiare con Rai2 nella sfida del sabato sera, che di solito vede il pubblico concentrarsi tra gli show di Rai1 Canale5.

Insomma, entrambi i canali stanno cominciando ad affermarsi nel panorama della tv generalista e per farlo puntano a trasmissioni (in replica) di successo, portate grazie ai loro nuovi editori, e soprattutto con gli eventi sportivi, basti pensare al calcio e al motomondiale su Mtv8 e alla boxe e al tennis su Deejay Tv. In più per rafforzare la loro natura generalista i due editori stanno puntando molto sulla loro collocazione nel telecomando, chi aggiungendo il numero come ha fatto Sky e chi tramite uno slogan come Discovery.

Su tutto questo, che ha scosso il mercato televisivo, ci si dovrebbe chiedere come mai Sky e Discovery sono riuscite dove La7, e la sua antenata Telemontecarlo, hanno fallito, ovvero quello di essere concorrenziali alla Rai prima e a Mediaset poi. Qualcosa a La7 si è mosso grazie all’informazione, in particolare con i tanti talk show, ma non basta e non è bastato, ed ecco che, dopo Mediaset, anche Sky e Discovery superano quella che da sempre è la cenerentola della tv generalista.