“Fai bei sogni” miglior film italiano dell’anno secondo SNCCI

Premi in vista per Fai bei sogni

Fondato nel maggio 1971, il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) è un’associazione culturale atta valorizzare la funzione culturale della critica cinematografica. E quest’anno è stata artefice di una nuova iniziativa: premiare il miglior film italiano dell’anno. Non si tratta però del premio principale, ovvero quello per il miglior film dell’anno, andato lo scorso anno a Vizio di forma (Inherent Vice) di Paul Thomas Anderson, bensì di un secondo premio istituito per la prima volta in assoluto. E la scelta è ricaduta su Fai bei sogni, nuovo film di Marco Bellocchio.

Presente a Cannes nella Quinzaine des réalisateurs insieme a Fiore di Claudio Giovannesi e La pazza gioia di Paolo Virzì, il film è tratto dall’omonimo romanzo auto-biografico di Massimo Gramellini ed interpretato da Valerio Mastandrea Bérénice Bejo. La fotografia porta il nome di Daniele Ciprì ed alla sceneggiatura ha collaborato anche Edoardo Albinati, fresco vincitore del Premio Strega per il suo romanzo, La scuola cattolica.

Il premio è stato assegnato mediante strumento di referendum e verrà consegnato al regista di Bobbio il prossimo 28 gennaio 2017 nell’ambito del 28esimo Trieste Film Festival, la cui proiezione del film aprirà la manifestazione.

Alla proiezione seguirà un incontro col pubblico per Marco Bellocchio.

Il film era già stato apprezzato dalla critica nel corso della sua anteprima a Cannes, e ha conquistato non solo per la storia intima e personale ma anche per l’approccio che il regista presta al soggetto di Gramellini, individuando costantemente i punti in comune e rifacendosi a gran parte della sua filmografia più importante.  Con un premio così significativo ci aspettiamo che l’instancabile regista dei recenti Bella addormentata Sangue del mio sangue possa bissare il David di Donatello per la migliore regia vinto nel 2010 con Vincere.