Scuola

Alternanza scuola-lavoro: da settembre Carta contro abusi

Da settembre l’alternanza scuola-lavoro sarà strettamente regolamentata da un nuovo codice per studenti e datori di lavoro. L’annuncio è arrivato in mattinata dalla ministra Fedeli dopo che il regolamento ha ottenuto parere favorevole della conferenza Stato-Regioni.

La principale novità è la creazione di un portale in cui lo studente potrà valutare l’esperienza trascorsa e segnalare la pertinenza dell’impiego con il proprio indirizzo di studi. Potranno essere segnalati anche eventuali abusi o anomalie di vario genere. I ragazzi inoltre saranno assicurati dall’Inail. La sicurezza è uno dei punti fondamentali della norma: i tutor dovranno essere proporzionati alla pericolosità del lavoro svolto. Si prevede che per lavori a basso rischio un tutor avrà in carico cinque studenti, per i lavori a medio rischio il rapporto sarà di otto a uno e per quelli a basso rischio dodici a uno.

“La Carta dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza rappresenta un elemento di forte qualificazione dei percorsi scuola-lavoro – dichiara la ministra Fedeli –. Vogliamo che siano in campo tutti gli strumenti necessari per garantire percorsi di qualità a tutte le studentesse e tutti gli studenti”.

Alternanza scuola-lavoro: un anno tra polemiche e anomalie

Il documento è stato un passo quasi obbligato: molte polemiche sono state sollevate sulla validità del sistema. Spesso, infatti, i percorsi lavorativi non hanno trovato riscontro nelle attività didattiche, riducendo l’iniziativa ad un semplice avviamento al lavoro per di più gratuito. Polemiche anche per il mancato controllo sul posto di lavoro: il caso della violenza sessuale su giovani tirocinanti a Monza ha riportato l’attenzione dell’opinione pubblica sul fenomeno. La vigilanza spetterà alle direzioni provinciali che si spera verranno dotate al più presto di strumenti e personale per effettuare le verifiche del caso. La carta verrà ora sottoposta al Consiglio di Stato per l’approvazione, con il benestare delle associazioni studentesche.

Tag

Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Giornalista pubblicista, mi definisco idealista e sognatore studente di Storia e Culture Globali presso l'Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa: principalmente politica, cinema e temi sociali.
Back to top button
Close
Close