Assunzioni Facebook: 3 mila persone per eliminare contenuti violenti

Facebook assume 3 mila persone. Il progetto di Mark Zuckenberg per eliminare i contenuti violenti

Facebook, le foto del profilo protette dal diritto d'autore

Facebook, il più noto social network al mondo, continua a far parlare di sé. Questa volta la questione è incentrata sulla necessità di una maggiore sicurezza che il fondatore Mark Zuckerberg vuole garantire al suo miliardo e più di utenti. In vista del raggiungimento di un obiettivo tanto alto, Zuckerberg ha ufficialmente dichiarato di voler assumere tremila persone, oltre le 4500 già presenti, al fine di intensificare i controlli, offrire un aiuto per gli utenti in difficoltà ed intervenire con la maggior tempestività possibile.

Facebook, battaglia contro video violenti e contenuti indesiderati

Non sono stati pochi i contenuti indesiderati pubblicati negli ultimi anni: video di morti e violenze, comunicazioni di odio e sfruttamento dei minori, contenuti intimi condivisi più e più volte capitati sotto l’occhio critico e sardonico di chiunque. Tutto questo è sfociato, non rare volte, in conseguenze infauste e tragicamente sconcertanti, ed è proprio da qui che nasce nel fondatore di Facebook la vera e propria esigenza di attivarsi maggiormente sotto il profilo della sicurezza e del controllo. Sul suo stesso profilo ha recentemente pubblicato un post che tratta l’argomento in questione affermando di aver riflettuto a lungo sulla modalità di intervento d’attuare, che sia la più ragionevole ed immediata per veder migliorare la nostra comunità.

Profili Falsi su Facebook: Vita Dura per i Fake

Facebook contro contenuti violenti: il progetto di Zuckenberg

Con l’assunzione di nuovi dipendenti, dunque, l’intento è quello di rispondere quanto prima a segnalazioni di problemi riscontrati sulla rete Facebook, intervenire al fine di eliminare contenuti indesiderati che non rientrano negli standard accettati dal sistema, cogliere rapidamente eventuali richieste d’aiuto ed entrare immediatamente in contatto con le forze dell’ordine laddove si dovesse presentare la necessità. Ultimamente, proprio grazie alla segnalazione tempestiva da parte di Facebook, un giovane è stato salvato prima di togliersi la vita: lo aveva annunciato con un video live in rete ma fortunatamente le forze dell’ordine sono sopraggiunte prima che il tragico epilogo avesse luogo.

Questo è solo un episodio, ma, allo stesso modo, se ne verificano costantemente molti altri, anche se non sempre l’ esito rimane positivo come in questo caso. Pertanto, quanto prima le azioni di intensificazione del controllo vengono messe in pratica, quanto prima la nostra comunità potrà godere di una maggiore sicurezza.

Sono nata nel 1990 a Formia, ridente cittadina, nella provincia di Latina, che si apre sul mare della riviera di Ulisse. Dopo aver conseguito il diploma scientifico, ho subito ingranato la marcia per ultimare gli studi universitari nei tempi prestabiliti. Non ho mai temporeggiato anzi, si può dire sia stata sempre sul pezzo, così le prime gratificazioni sono cominciate ad arrivare: la prima laurea a Roma nel 2013 in un ambito prettamente sanitario ed il titolo specialistico due anni più tardi col massimo dei voti. Nonostante una tale formazione culturale e professionale, sin dall’adolescenza la scrittura, e con essa la letteratura, l’arte e la musica, hanno rappresentato un punto fisso, una passione costante, una valvola di sfogo per certi versi. Ho cominciato così a collaborare con diversi blog giornalistici che trattano rubriche di ogni genere ed ho creato un mio personale blog d’arte che curo nel dettaglio, vuoi per passione spudorata, vuoi per background culturale, vuoi perché nel corso della mia vita ho camminato mano nella mano con un padre artista!! Probabilmente, molto è merito suo…