Televisione

Bernardo Bertolucci alla Festa del Cinema di Roma: “Nei miei film sono un voyeur senza freni”

Grande ospite questa sera alla Festa del Cinema di Roma: Bernardo Bertolucci.

Una sala gremita e un caloroso applauso hanno accolto questa sera il regista Bernardo Bertolucci al suo ingresso nella Sala Petrassi dell’Auditorium. Bertolucci si è raccontato per mezzo di sei scene scelte da lui stesso e tratte dai suoi film, più una scena preferita,

La prima scelta cade sul film “Il Conformista”, una scena in cui il protagonista torna a casa e sente le voci di sua moglie e di un’altra donna che stanno in camera da letto. Il regista racconta di aver scelto la scena per il forte valore voyeuristico che emana, sia da parte del protagonista, sia della stessa macchina da presa, Bertolucci infatti paragona la macchina da presa al buco della serratura. “Il voyeurismo è un sistema di pensiero – precisa il regista -Nella vita sono meno voyeur, ma nel cinema divento senza freni”

Non poteva di certo mancare una scena tratta da “Ultimo tango a Parigi”, e in particolare la scena in cui Paul, il protagonista interpretato dal grande Marlon Brando, muore. Il regista ha raccontato il modo in cui l’idea del film ha preso vita, e ha divertito il pubblico raccontando il suo primo incontro con Marlon Brando.

Con la scena tratta da “L’ultimo Imperatore”, film che nel 1987 gli è valso il Premio Oscar. Bertolucci ha raccontato il perché della scelta di un tema così geograficamente lontano dall’Italia “Ho scoperto che il giallo Parma è identico al giallo imperatore” ha detto scherzando. Altra scena scelta è quella tratta dal film “Novecento” film che, racconta il regista, nasce come omaggio a suo padre. “Mio padre mi ha insegnato tutto – dice– la poesia, perché era un grande poeta, il cinema e anche l’ipocondria”.

Le ultime due scene scelte sono state tratte da “Il Tè nel Deserto” e “Io e Te”. Il primo per la scena di passione tra John Malkovich e Debra Winger; il secondo per quella in cui Tea Falco canta e poi balla con Jacopo Olmo Antinori. Una carrellata di grandi film che hanno raccontato, insieme alle parole e alle emozioni, la poetica e il cinema immenso di Bernardo Bertolucci,

LEGGI ANCHE: 

Tag
Back to top button
Close
Close