Calvin Klein Raf Simons: l’addio del designer

II direttore creativo lascia Calvin Klein dopo due anni dal suo arrivo

Calvin Kein Raf Simons

Raf Simons, dopo due anni dal suo arrivo in casa Calvin Klein, ha annunciato il suo abbandono del  ruolo di direttore creativo.

Calvin Klein Raf Simons: due anni al timone dell’azienda

Che la rottura tra Raf Simons, 50 anni e originario del Belgio, e il marchio d’abbigliamento statunitense fosse vicina, era già nell’aria. Ma l’annuncio ufficiale ha comunque generato sconcerto nel mondo della moda. E l’abbandono del designer dalla guida dell’azienda potrebbe addirittura  causare l’assenza di Calvin Klein dalle passerelle, il prossimo febbraio.
Lo stilista era approdato al timone del marchio nel 2016 ed era stato scelto per la sua creatività e lungimiranza. In effetti, a Simons era stato affidato un ruolo che prevedeva svariate mansioni, includendo la supervisione e il coordinamento di tutte le tematiche relative al design e la gestione del marketing aziendale.
Nella sua posizione di direttore creativo di Clavin Klein, lo stilista aveva ottenuto vari riconoscimenti. Aveva vinto ben due CFDA, ovvero i premi consegnati dal Council of Fashion Designers of America, come Designer of the Year per le collezioni donna e uomo. Nel suo percorso in Calvin Klein, il belga aveva anche firmato un accordo con la Warhol Foundation. Questa partnership accordava a Simons la possibilità di riprodurre sui capi Calvin Klein, le opere dell’artista della pop art.

Calvin Klein Raf Simons: i motivi della rottura

Nonostante la competenza e il carattere visionario di Raf Simons, i risultati ottenuti in termini di vendite sono stati piuttosto scarsi. Ciò ha indotto compagnia a rivedere le manovre adottate fin lì e ad avviare una strategia più aggressiva, di tipo commerciale. Un approccio di questo genere è però assolutamente incompatibile  con lo stile creativo e artistico di Simons. Per tale motivo, le parti hanno mutualmente deciso di separare le loro strade, come si legge nella dichiarazione ufficiale divulgata dall’azienda.
I fan del designer si sono dimostrati sconvolti e molto dispiaciuti per questa notizia. E sui social in molti hanno postato dei cuori neri per mostrare solidarietà all’ormai ex-creative director di CK.