Camion Bar via dal centro di Roma, la decisione del Sindaco

Dal 10 luglio, a Roma,  i camion bar non potranno più utilizzare i 22 stalli situati tra l’area archeologica centrale e il Tridente, la zona del centro che comprende il Colosseo, via dei Fori Imperiali, il Pantheon e piazza di Spagna. La decisione è stata presa dal sindaco Ignazio Marino per “mostrare a tutti i cittadini i Fori come li ha visti Barack Obama” ha affermato in una visita-sopralluogo accompagnato dagli assessori al Commercio Marta Leonori e ai Lavori pubblici Maurizio Pucci.

I camion bar, i venditori di souvenir e fiorai non hanno chiaramente avuto una reazione positiva, nonostante le nuove aree stabilite dalla determina dirigenziale pubblicata dal Campidoglio il 24 giugno. Le nuove aree individuate, dove tali attività saranno autorizzate, sono: lungotevere Oberdan, lungotevere Testaccio, lungotevere Maresciallo Diaz, via della Piramide Cestia.

I negozianti non contenti di questa scelta sono scesi in strada a Bocca della Verità, con i loro mezzi e con i cartelli, per chiedere un incontro urgente al sindaco: “Siamo 150 famiglie di commercianti che non lavorano più e vedono le proprie entrate decimate dal finto decoro e dalla lotta al più debole. Nuovi disoccupati di una fabbrica che chiude”, queste le loro affermazioni. Marini ha però ribadito: “Il confronto è andato avanti per due anni, capisco che il cambiamento sia difficile da accettare ma noi andiamo avanti verso quella Roma del terzo millennio che sogniamo”.