Attualità

Crisi Venezuela, Vaticano chiede sospensione della Costituente

Il Vaticano, in merito alla crisi venezuelana, chiede ufficialmente di sospendere la Costituente. Tale richiesta va di fatto a sostenere quella della procuratrice Ortega Diaz, che ha sollecitato il tribunale a bloccare l’insediamento dell’Assemblea Costituente, in programma oggi, dopo aver fatto partire un’inchiesta sulla base di presunte frodi elettorali che si sospetta essere avvenute durante le operazioni di voto di domenica scorsa.

Il nuovo organismo voluto da Maduro non si è ancora insediato, ma è già prevista per la giornata di oggi una manifestazione convocata dall’opposizione. Intanto, due ex sindaci della capitale, Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma, che già erano agli arresti domiciliari, sono stati prelevati giorni fa dall’intelligence venezuelana. Ritenuti entrambi oppositori politici di Maduro, sono stati rinchiusi nel carcere militare di Ramo Verde.

Antonio Ledezma, è stato rilasciato questa mattina. A diffondere la notizia è stata sua moglie, Mitzy Capriles, via Twitter, aggiungendo che “Antonio ha detto di essere ritornato con l’angoscia di sapere Leopoldo e oltre 600 prigionieri ancora dietro le sbarre”. Da fonti vicine al governo, si accusavano i due leader di essersi esposti con commenti pubblici di carattere politico contro l’elezione dell’Assemblea Costituente, contrariamente a quanto previsto dalle restrizioni imposte per godere dei domiciliari.

Costituente in Venezuela, la posizione di Papa Francesco

Il Papa che “direttamente e tramite la Segreteria di Stato, segue da vicino tale situazione e i suoi risvolti umanitari, sociali, politici, economici ed anche spirituali e assicura la sua costante preghiera per il Paese e tutti i venezuelani” esprime profonda preoccupazione per la radicalizzazione e l’aggravamento della crisi in Venezuela. La Santa Sede mette quindi l’accento sulla profonda sofferenza del popolo e chiede che “venga assicurato il pieno rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, nonché della vigente Costituzione” e che “venga scongiurata ogni forma di violenza, invitando, in particolare, le Forze di sicurezza ad astenersi dall’uso eccessivo e sproporzionato della forza”.

Tag

Francesca Marciello

Classe 1996, pugliese d'origine ma d'animo cosmopolita. Non ha ancora deciso cosa fare da grande ma nel frattempo scrive, viaggia e legge tanti libri. E' un'inguaribile idealista con la tendenza a parlare (forse) troppo e (sicuramente) troppo velocemente. A Francesca piace: l'odore dei libri nuovi, canticchiare il tema musicale della 20th Century Fox prima dell'inizio di un film, la pizza. A Francesca non piace: l'arancione, il rap e chi è difficile da entusiasmare.
Back to top button
Close
Close