Crisi Volkswagen, gli Azionisti chiedono 40 miliardi

Gruppo Volkswagen detronizza Gruppo Toyota

Dopo lo scandalo che ha visto la Volkswagen perdere miliardi di di euro, accusata di aver truccato i dati sulle emissioni di alcuni modelli diesel, alla casa automobilistica tedesca sarà richiesta dai grandi azionisti una somma pari a 40 miliardi di euro. Oltre alla crisi avuta con la perdita dei clienti, con le multe da parte di Usa e Ue, ora si fanno avanti anche gli investitori. L’azienda prevede di tagliare 6 mila contratti a termine, a pensare che il nuovo a.d. Matthias Mueller aveva annunciato che l’uscita della crisi sarebbe stata indolore.

Alla richiesta degli azionisti l’ente tedesco si è rivolto a Quinn Emanuel per seguire il caso, uno dei legali più famosi, conosciuto soprattutto per aver vinto cause miliardarie e per essere il rappresentante di alcuni importanti gruppi come Google, Fifa e Sony. Contattato dal gruppo Bentham (fondo specializzato nel finanziamento delle grandi cause legali), Quinn Emanuel sta contattando i maggiori investitori della Volkswagen, compresi i fondi del Qatar e della Norvegia, per preparare una solida azione legale a favore degli azionisti del marchio tedesco.