Attualità

Cristina Galardini ne “La locandiera fuori scena” a Roma dal 23 novembre 2016: Intervista esclusiva a Newsly.it

In esclusiva per Newsly.it, la nostra redattrice Daniela Merola ha intervistato Cristina Galardini, attrice poliedrica che nella sua carriera spazia dal cinema, al teatro, fino alle programmazioni Web. Un’intervista a tu per tu che ci permette di cogliere meglio alcune sfumature della vita professionale di Cristina Galardini, ma anche i sogni chiusi in un cassetto, al momento, ma che presto potrebbero uscire fuori e coronarsi. Dal 23 novembre sarà protagonista a Roma con l’opera teatrale “La locandiera fuori scena”, leggiamo alcune piccole anticipazioni per i nostri lettori!

Ecco l’intervista integrale a Cristina Galardini, semplicemente unica e pronta ad affrontare qualsiasi cosa nella vita.

  • Cristina, raccontiamo un po’ i tuoi esordi, quando hai iniziato a recitare?

Il primo spettacolo è stato d’estate al campeggio Castelfusano Country Club nel 1995. Quell’anno l’animazione estiva era gestita da una società che aveva chiamato tra gli altri due degli attori dell’accademia Pietro Sharoff. Sono subito entrata in contatto con loro e ho preso parte a uno spettacolo che ha replicato poi nella stagione invernale al teatro Dafne di Ostia.

  • Hai fatto l’accademia di arte drammatica “Pietro Sharoff” nel 1999 e vari stage e seminari di recitazione. Pensi che per un attore serva di più l’istinto e/o la preparazione?

Ho sempre creduto di dover studiare per essere pronta prima di buttarmi nel mondo lavorativo. E fortunatamente negli anni ho sempre cercato di portare in scena le cose che ho imparato insieme al mio istinto.

  • Hai fatto già tanto teatro e continui con successo a farlo, anche col cinema hai un discreto rapporto, nel 2013 hai partecipato al cortometraggio “I Dongiovanni”di Bruno De Stephanis e selezionato al Palm Spring Festival, come ti vedi nel rapporto col cinema? Preferiresti farne di più oppure il teatro ti appaga completamente?

Onestamente io sono innamorata persa del cinema. Lo seguo e lo frequento molto di più rispetto al teatro. Anche perché negli ultimi anni andare a teatro e trovare qualcosa di piacevole è impresa assai più ardua rispetto al cinema. Mi piacerebbe lavorare di più nel cinema e non solo davanti alla telecamera ma anche dietro. Infatti ho diretto un cortometraggio Un arabo mancato che ha riscosso discreto successo di critica.

  • Resti un’ottima attrice qualsiasi sia il tuo campo d’azione, certo a teatro riesci a tirar fuori meglio la tua verve surreale, attualmente sei al teatro delle muse a Roma con “affittasi camera da letto”, il tuo ruolo in questa commedia qual è?

Interpreto un’escort. Mi ricordo che quando ho incontrato il regista Massimo Milazzo doveva ancora completare il cast, sapevo che c’era questo ruolo scoperto e gli ho chiesto di farmelo provare. L’ho amato da subito. Sono stata molto contenta di ricevere complimenti da parte del pubblico e degli addetti ai lavori per la mia interpretazione che non cade mai nella macchietta ma che resta molto sul realistico.

  • A novembre, dal 23 novembre al 4 dicembre sei protagonista della commedia “La locandiera fuori scena” al teatro Anfitrione, sempre a Roma; parliamo di questa rivisitazione molto originale di questa celebre opera di Carlo Goldoni del 1753.

Si è una commedia di Bruno De Stephanis, il quale si è divertito a raccontare la sera della prova generale di questo gruppo di attori amatoriali che decide di mettere in scena la famosa opera. Non solo scende de La Locandiera ma anche la vita reale di questi ragazzi che alla vigilia del debutto in un teatro parrocchiale si ritrovano a dover comunque fare i conti con i dubbi, le perplessità, i vuoti di memoria, le paure tipiche degli attori mischiati con i problemi familiari, gli imprevisti, i casini lavorativi e quant’altro. E’ forse la nostra commedia più importante che metteremo in scena dopo averne fatte insieme ben 6, tutte di successo. E’ la commedia con più attori e che si rifà a un classico della letteratura italiana. In questa commedia sono anche l’aiuto regia.. come dire speriamo bene.

  • Cosa ti aspetti dal tuo futuro professionale?

Mi aspetto di fare il super salto. Il mio sogno è quello di lavorare in un film di Woody Allen.. che sia il mio futuro…

 

Tag

Daniela Merola

Sono Daniela Merola, giornalista, blogger, scrittrice e presentatrice eventi culturali, sono ufficio stampa di librincircolo.it e ricominciodailibri.it, sono socia della libreria iocisto. Sono appassionata di spettacolo, teatro e editoria, amo il calcio e il tennis. La comunicazione è la mia forza, mi piace mettermi alla prova con le presentazioni e la recitazione.
Back to top button
Close
Close