Delitto Garlasco, oggi la decisione della Cassazione

Delitto Garlasco, oggi la decisione della Cassazione

La Cassazione deciderà oggi sul delitto di Garlasco. Tante le novità su uno dei processi più lunghi e seguiti degli ultimi anni. Alberto Stasi cerca di difendersi dalle accuse di omicidio, che lo avevano visto condannato a 16 anni di reclusione, per aver ucciso la sua fidanzata Chiara Poggi nell’agosto del 2007.

Il procuratore generale della Corte di Cassazione, Oscar Cedrangolo, ha chiesto ai giudici della V Sezione penale di annullare la condanna verso l’unico imputato del caso. L’annullamento è stato chiesto con rinvio in accoglimento del ricorso dell’imputato, che chiedeva l’assoluzione, e del ricorso del pg di Milano, che invece voleva il riconoscimento dell’aggravante di crudeltà.

Un caso ingarbugliato, come detto, che ha tenuto banco per diversi anni. Il giudice Cedrangolo ritiene valide tutte e due le motivazioni presentate dalla difesa e dall’accusa; entrambe le parti, infatti, avevano presentato richiesta di rinvio del processo. 

Ma cosa succederà se la Cassazione si pronuncerà a favore dell’ultima sentenza? Stasi potrebbe essere in cella già da stasera, perché i 16 anni di reclusione ai quali è stato già condannato sarebbero confermati dal terzo grado del sistema giuridico italiano.

Come, invece, potrebbero spuntarla Stasi e la sua difesa? La prova scientifica non è risultata brillante, le perizie sono contrastanti e contraddittorie e non esiste un reale movente dell’omicidio di Chiara Poggi. Ma oggi, comunque sarà, ci sarà la decisione della Cassazione sul delitto di Garlasco.

[brid video=”22277″ player=”3008″ title=”LINEA GIALLA IL DELITTO DI GARLASCO RICOSTRUZIONE (05112013)”]

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.