Giro d’Italia 2017, Alberobello: Orario, Percorso e Favoriti Settima Tappa

Il Giro d’Italia 2017 passa dalla Calabria alla Puglia. Dopo l’arrivo a Terme Luigiane, la settima tappa porta la carovana ad Alberobello, arrivo adatto ai velocisti. Newsly.it indica orario, percorso e favoriti della frazione, ultima chance per le ruote veloci in questa prima settimana.

Giro d’Italia 2017, settima tappa: percorso

I 224 km da Castrovillari ad Alberobello non presentano particolari difficoltà altimetriche. L’unico GPM di giornata è posizionato a Bosco delle Pianelle, con scollinamentro a 70 km dall’arrivo. La distanza dal traguardo e le pendenze pedalabili non rendono il quarta categoria un pericolo per i velocisti. Il finale è piuttosto mosso, ma non dovrebbe rappresentare un pericolo. L’unica incognita è il vento, in una tappa che costeggia a lungo il mare.

L’altimetria della settima tappa, la Castrovillari-Alberobello

Giro d’Italia 2017, settima tappa: favoriti

La settima tappa dovrebbe quindi essere un discorso per sprinter. L’uomo da battere pare essere Fernando Gaviria (Quick-Step Floors), unico a essersi imposto in due frazioni nel Giro d’Italia 2017. I suoi rivali principali rimangono Andrè Greipel (Lotto Soudal) e Caleb Ewan (Orica-Scott), forse leggermente sfavoriti da un finale nervoso. Il tedesco cerca il bis dopo Tortolì, l’australiano il suo primo centro nella corsa rosa.

Il lotto degli outsider è comunque molto nutrito. E’ apparso in netto miglioramento Sam Bennet (Bora-Hansgrohe), terzo a Messina dopo tre giorni difficili in Sardegna. Ha promesso riscatto dopo qualche prova opaca Sacha Modolo (UAE Team Emirates), mentre le quotazioni di Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) sono in ribasso per via di un’allergia che ne condiziona la respirazione.

La pattuglia degli italiani può contare anche su Kristian Sbaragli (Dimension Data) e Jakub Mareczko (Willier Triestina-Selle Italia). Quest’ultimo arriva dal secondo posto di Messina, ma in genere soffre le tappe più lunghe di 200 km. Sembra in crescita il giovane Phil Bauhaus (Team Sunweb), potenziale sorpresa.

Attenzione anche ad alcune seconde linee, soprattutto se dovessero avere più spazio per qualche problema dei capitani. I più indicati per un colpo a sorpresa sono Roberto Ferrari (UAE Team Emirates), Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e Ryan Gibbons (Dimension Data). Merita una menzione Enrico Battaglin (Team Lotto NL-Jumbo), più volte piazzato ma finora mai tra i primi cinque.

Giro d’Italia 2017, settima tappa: orario

I corridori hanno preso il via della settima tappa alle 12, dopo 10 minuti di trasferimento. L’arrivo è atteso tra le 16.58 e le 17.28, a seconda del ritmo tenuto dalla corsa.