Giro d’Italia 2017 Etna: Orario, Percorso e Favoriti Quarta Tappa

Nibali e Quintana gli osservati speciali del primo arrivo in salita

Archiviate le tre giornate in Sardegna, il Giro d’Italia sbarca in Sicilia. La quarta tappa chiama in causa per la prima gli uomini di classifica, che non possono più fare pretattica. L’arrivo sull’Etna infatti non lascia scampo ai velocisti, costretti a cedere le prime posizioni di classifica. Newsly.it analizza orario, percorso e favoriti della frazione.

Quarta tappa Giro d’Italia 2017: percorso

I 181 km da Cefalù all’Etna hanno tutte le carte in regola per fare selezione. Dopo 57 km inizierà il primo GPM di giornata, l’interminabile seconda categoria di Portella Femmina Morta. I 32,750 km non presentano picchi di pendenza impegnativi, ma sono piuttosto costanti intorno al 5%. La lunga discesa e diversi tratti di falsopiano porteranno il gruppo ai piedi dell’ultima salita, appunto l’Etna. I 18 km hanno conformazione piuttosto irregolare, ma misurano una pendenza media del 6%. Il tratto più duro è tra il chilometro 9,5 e il 17, con punte del 12% e pochi tratti sotto il 7%. Negli ultimi 700 metri una leggera discesa di mezzo chilometro è seguita da un tratto al 3%.

Quarta tappa Giro d’Italia 2017: favoriti

Le imprese dei velocisti nelle prime tre giornate sono ora un ricordo già sbiadito. Trattandosi del primo arrivo in salita, non è semplice indovinare chi tra gli uomini di classifica è più in forma. Il favorito d’obbligo è quindi Nairo Quintana (Movistar), apparso il più solido a inizio stagione e sempre temibile su traguardi del genere. Vuole una vittoria davanti al proprio pubblico Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), che ha segnato questa tappa con un cerchietto rosso. Il siciliano sogna la maglia rosa sull’Etna, e bisogna stare certi che proverà tutto per indossarla.

Rientra nel lotto dei favoriti anche Geraint Thomas (Team Sky), alla sua prima da leader in un Grande Giro e quindi desideroso di fare bene fin da subito. Il britannico potrà contare sul compagno di squadra Mikel Landa, a sua volta a suo agio su questo terreno. Il vantaggio tattico della superiorità numerica non può certo essere sottovalutato.

Scalatore difficile da staccare, Thibaut Pinot (FDJ) è dotato di un buono spunto e potrebbe farsi valere in una volata ristretta. Conterà invece sul ritmo Steven Kruijswijk (Team Lotto NL-Jumbo), ancora alla caccia di una tappa al Giro d’Italia. Come Nibali, anche il lucano Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) ha dichiarato di tenere molto a questa frazione.

Possibili outsider i tre giovani arrembanti Adam Yates (Orica-Scott), Davide Formolo (Cannondale-Drapac) e Bob Jungels (Quick-Step Floors), che a Cagliari ha dimostrato un’ottima gamba. Rimane un’incognita Tejay Van Garderen (BMC), uno che nei giorni migliori ha saputo tenere il passo di Froome in salita. Attenzione anche a Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo), sempre pericolosi su un arrivo del genere.

Nel caso in cui il ritmo non dovesse essere sostenuto, corridori come Tom Dumoulin (Team Sunweb) e Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) potrebbero tornare della partita, facendo valere le loro qualità nel finale. Potrebbero provare ad anticipare Wilco Kelderman (Team Sunweb) e Rohan Dennis (BMC), quest’ultimo già fuori classifica.

Difficile che il gruppo si lasci scappare l’opportunità di giocarsi la tappa. Pronti ad approfittare di eventuali errori di calcolo scalatori come Paolo Tiralongo (Astana) e Pierre Rolland (Cannondale-Drapac).

Quarta Tappa Giro d’Italia 2017: Orario

Le difficoltà previste dalla quarta tappa anticipano l’orario di partenza. I corridori partiranno da Cefalù alle 12, anche se il via ufficiale verrà dato dopo i cinque minuti di trasferimento. L’arrivo è previsto tra le 16.57 e le 17.27, a seconda del ritmo tenuto dal gruppo. La frazione verrà trasmessa in diretta integrale dai canali Rai.