Attualità

Lula arrestato: tentativo di golpe in Brasile?

Non ci sta a passare per sconfitto l’ex presidente del Brasile, Lula, che ieri ha dovuto accettare, seppur in malo modo, la sentenza del Supremo Tribunale Federale, il quale ha rifiutato di concedere un Habeas Corpus che avrebbe garantito la libertà all’ex presidente. Le parole di Lula sono forti, accusa una cospirazione golpista, la stessa che ha portato all’impeachment di Dilma Rousseff due anni fa.

Non avrebbero fatto un golpe per poi lasciarmi essere candidato” – avrebbe scritto in una nota ai suoi Lula. Intanto il Partito dei Lavoratori fa scudo e fa sapere in un comunicato ufficiale che la sentenza avversa al loro leader rappresenta “una giornata tragica per la democrazia e per il Brasile intero“, poiché “la Costituzione è stata violata” dall’Alto Tribunale, il quale si è prostrato dinanzi a pressioni “organizzate in modo scandaloso e vergognoso da Glodo.”

lula-brasile-golpe

La sentenza dei giudici

Un dibattito acceso, per nulla scontato, risolto dal magistrato Rosa Weber che con il suo voto a sorpresa a sbilanciato il pronostico a sfavore di Lula. Il dibattito ha tenuto con il fiato sospeso decine di milioni di cittadini brasiliani e alla fine con 6 voti contro e solo 5 a favore la sentenza è stata persa dal Leader del Pt. Nonostante l’uso frenetico dell’hashtag #LulaPresoAmanha (Lula in carcere domani), diventato virale sin dalle prime ore di oggi su Twitter, è difficile che l’esponente politico sia arrestato nelle prossime ore.

Gli avvocati dell’ex presidente brasiliano infatti, hanno tempo sino al 10 aprile per presentare ricorso contro la decisione del STF, però il duro colpo per Lula e il suo partito rimane, tanto da dover iniziare a pensare una nuova candidatura per le prossime elezioni presidenziali.

La sentenza ha un fondamentale risvolto, nonché fondamentale impatto, sull’opinione pubblica brasiliana che ormai vede in Lula il simbolo della corruzione del Paese; mentre resta un eroe per i suoi compagni di partito che al grido “Lula vale la lotta!” provano a liberarlo dal golpe che lo ha condannato.

Tag

Davide D'Aiuto

Laureato in Scienze dell'Informazione editoriale, pubblica e sociale, amo scrivere più di qualunque altra cosa al mondo. Il giornalismo è la mia vita. Quando non scrivo viaggio e scatto fotografie perché adoro scoprire il mondo e leggerlo come un libro.
Back to top button
Close
Close