Maroon 5, cancellato il Tour in Cina per Tweet al Dalai Lama

Nuovo singolo dei Maroon 5: una critica alla censura

Cancellato il tour in Cina dei Maroon 5, forse a causa di un tweet di Jesse Carmichael, il tastierista della band, nel quale augurava buon compleanno al Dalai Lama. La ragione ufficiale non è stata ancora resa pubblica, ma si pensa ad una colpa dovuta al messaggio, data la situazione politica tra Cina e Tibet. Carmichael faceva semplicemente un augurio per gli ottanta anni al Dalai Lama, leader in esilio del popolo tibetano dal 1959. I leader politici cinesi condannano coloro mostrano rapporti solidari con i tibetani, a volte prendendo anche misure drastiche nei loro confronti.

Per tanti cinesi il Dalai Lama non è altro che “un lupo travestito da pecora”, mentre per i monaci buddhisti è un “Oceano di saggezza”. Non appena si è diffusa la notizia sui media cinesi i Maroon 5 sono stati bersagliati di critiche. Ma di certo non sono stati i primi ad essere attaccati così fortemente per aver pronunciato un pensiero a favore del Tibet. Basti pensare agli Oasis che nel 2009 dovettero cancellare il tour poichè Noel Gallagher partecipò a un live free Tibet a New York. E come loro tanti altri.

Leggi anche: