Morto Licio Gelli ex venerabile P2

Morto Licio Gelli ex venerabile P2

Ultime notizie di cronaca: è morto Licio Gelli. Ex venerabile della loggia massonica P2, aveva 96 anni. Gelli si è spento verso le 23 di ieri sera nella sua dimora, Villa Wanda a Arezzo, dopo che recentemente era stato ricoverato in ospedale in fin di vita. Le sue precarie condizioni avevano portato la moglie Gabriela Vasile a ricoverarlo nella clinica di San Rossore a Pisa, dalla quale era stato dimesso proprio perché si trattava di un caso senza alcuna speranza.

Ex imprenditore, il cui nome è per lo più legato alla loggia massonica P2, risiedeva da diversi anni a Villa Wanda. E’ stato condannato per depistaggio delle indagini sulla strage di Bologna del 1980. Tra i capi d’accusa a Licio Gelli ricordiamo il procacciamento di notizie contenenti segreti di Stato, la calunnia nei confronti dei magistrati milanesi Colombo, Turone e Viola, e la bancarotta fraudolenta (relativamente al Banco Ambrosiano).

Tanti i detrattori dell’imprenditore pistoiese, che ne hanno contestato la dubbia moralità e un suo evidente coinvolgimento con la loggia massonica P2. Iscritto alle camicie nere, poi repubblichino ed infine, addirittura, partigiano, il suo oscuro potere si sarebbe esteso molto, al di là degli schieramenti politici.

La P2 risulta coinvolta direttamente o indirettamente in tutti i maggiori scandali degli ultimi trent’anni della storia italiana; ovviamente, il proprio ‘venerabile’ non può che essere coinvolto nei fatti.

Quanti segreti si porta nella tomba? Chi lo sa. E’ morto Licio Gelli, ex venerabile della P2.

[brid video=”22607″ player=”3008″ title=”ENZO BIAGI C’ UNA VOLTA LICIO GELLI”]

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.