Politica

Movimento 5 stelle programma: Tasse, lavoro e reddito di cittadinanza.

Alla vigilia delle elezioni del 4 marzo, il Movimento 5 Stelle, capitanato da Di Maio e recentemente abbandonato da Grillo, si ritrova ad essere il primo partito italiano con una percentuale di voto in costante crescita.

L’immaginario di molti, come la iattura di altri, di ritrovarsi il 5 stelle al governo, non è più così remota. Come comincia a non esserlo più il programma presentato sia sul nuovo sito “Rosseau”, che più volte durante i Talk televisivi.

Il reddito di cittadinaza

I pilastri del movimento, enunciati per la prima volta nel 2007 durante il “V-day”, continuano ad essere gli obiettivi in caso di vittoria delle nazionali. In vetta alle priorità, troviamo il Reddito di cittadinanza, materia su cui i partiti di prima e seconda Repubblica, hanno sempre sottolineato la necessità, ma mai trovato i fondi per adottarla.
Il piano proposto dai 5 stelle, ha un costo per la realizzazione a pieno regime di 20 miliardi di euro, soldi che verrebbero presi dalla decurtazione di tasse e imposte ( sia individuali che per le piccole e medie imprese). Tale reddito, fortemente voluto da Di Maio ( ma ancora prima da Grillo), prevede un ammontare mensile di 780 euro per disoccupati, inoccupati e redditi al di sotto della soglia di povertà per cui è previsto un’integrazione del reddito.
Molte le critiche ricevute, in quanto il sistema così concepito disincentiverebbe le persone a cercare lavoro, comportando una grossa perdita per le casse dello stato ( una sorta di investimento senza garanzie).

Reddito d'Inclusione: Cos'è, Chi ne ha Diritto, Quando parte
Fin da subito, i 5 stelle hanno chiarito che per poter usufruire di tale reddito, dovrà necessariamente iscriversi ai centri per l’impiego che offriranno a chi è disoccupato o inoccupato fino a 3 offerte di lavoro compatibili con il curriculum presentato. Al terzo rifiuto il candidato perderà il diritto a ricevere il sussidio.
Qui la polemica più grande: l’opposizione a tale provvedimento, chiede spiegazione su come le istituzioni troveranno lavoro a più di sei milioni di persone. Secondo tale ragionamento, se lo stato avesse la possibilità di garantire tre opzioni di lavoro specializzato a sei milioni di disoccupati, molto probabilmente il reddito di cittadinanza non avrebbe ragion d’essere.
Alla critica, non è mai seguita nessuna risposta.

Le tasse

Il secondo punto, riguarda lavoro e tasse. Due punti che corrono sullo stesso binario. Innanzi tutto, riduzione della pressione fiscale sui redditi più colpiti. Come ha dichiarato a La Stampa e Repubblica il leader pentastellato Di Maio :
La riduzione della pressione fiscale si intende sul reddito delle persone fisiche attraverso la revisione degli scaglioni IRPEF privilegiando, nell’ottica di redistribuzione della ricchezza, le fasce di contribuenti medio-basse, i nuclei familiari monoreddito e con più componenti e le diversità territoriali del Paese“, inoltre ha precisato di voler abbassare le tasse sulle imprese con una “manovra shock” per tutti quei settori in deficit. Non è una novità che il m5s punti a far respirare l’economia, creando valore a partire dalle tasche degli italiani.
Il terzo punto riguarda l’eliminazione del Jobs Act, la reintroduzione dell’art 18 a tutela dei lavoratori ed il mantenimento del bonus degli 80 euro in busta paga. Il cambio di rotta, è stato enunciato da Di Maio rispondendo ad una domanda su Radio Anch’io:
“Sono soldi suoi, meritati, non glieli vogliamo togliere, non le ha regalato niente nessuno. Quelli sono soldi delle tasse degli italiani, sono soldi che lei paga e che le rientrano dal punto di vista di uno sgravio IRPEF. Quindi nessuno glieli vuole togliere, non si preoccupi”.

Prima l’apertura a ipotetiche alleanze post insediamento, poi la volontà di non modificare il “bonus Renzi”: aria di compromesso o volontà di vittoria a tutti i costi?

Tag

Gianluca Di Maula

Laureato in Scienze Politiche con un Master in Social Media Marketing.Purtroppo, appassionato di politica e cronaca mafiosa.
Back to top button
Close
Close