Mozione di sfiducia contro Ministro Boschi: La camera vota “no”

Governo-Sindacati, Boschi:

Nonostante i dubbi e le perplessità da parte del Movimento Cinque Stelle nei confronti del ministro Maria Elena Boschi, la Camera ha oggi votato “no” alla mozione di sfiducia contro la parlamentare. Lei stessa, dopo lunghi dibattiti in merito agli ultimi problemi insorti sul caso banche, ha dichiarato: “Se come si dice i fatti contestati fossero veri e venissero dimostrati, mi dimetterei. Amo mio padre, ma se ha sbagliato deve pagare subito”. La mozione di sfiducia nei confronti del ministro era stata presentata dal Movimento 5 Stelle per un presunto conflitto di interesse relativo al decreto “Salva banche”, emanato dal Presidente del Consiglio Renzi in questo mandato.

La polemica era scoppiata diverso tempo fa, ma fino ad oggi non si è mai venuta a placare la rabbia di alcuni componenti del Movimento Cinque Stelle che fiutavano qualcosa di sbagliato e di non corretto. Maria Elena Boschi ha continuato: “Dire che Banca Etruria è la banca della famiglia Boschi non corrisponde alla realtà dei fatti. Come ministro sono stata sempre dalla parte delle istituzioni, non ho mai favorito la mia famiglia e i miei amici. Il governo ha tutelato le istituzioni e non la mia famiglia”.

LEGGI ANCHE:

Polemica Renzi Brunetta alla Camera (Video)