Oscar 2017, Premio Miglior Film: errore nell’assegnazione (Video)

Era stato annunciato La La Land, ma a trionfare è stato Moonlight.

Oscar 2017, Premio Miglior Film: errore nell'assegnazione (Video)

Si è tenuta stanotte 26 febbraio la cerimonia degli Oscar 2017 con maestro di cerimonia il conduttore Jimmy Kimmel. Un errore però segna questa edizione visto che viene annunciato il Miglior Film ma viene premiato quello sbagliato: vi riproponiamo tutto nel video.

A conclusione della serata vengono chiamati gli attori Warren BeattyFaye Dunaway, che insieme con Gangster Story di Arthur Penn, il film su Bonnie & Clyde, hanno fatto la storia del cinema, a presentare il premio per il miglior filmAnd the winner is…La La Land di Damien Chazelle! Gioia e tripudio e i sognatori festeggiano. Chi ha seguito la notte si da già da fare per scrivere del film vincitore. Entusiasti anche i commenti di chi non è impazzito per il film di Chazelle.

IL VINCITORE E’ MOONLIGHT

Cinque minuti dopo: Ok, riaccendete la televisione. C’è stato un disguido con la busta per il miglior film. Il miglior film è- in realtà-…. Moonlight di Barry Jenkins. Gli americani sbagliano clamorosamente e anche stavolta gli Academy si rivelano incorreggibili. E’ lo stesso Warren Beatty a comunicare l’errore (ed orrore) commesso con l’annuncio del miglior film, si giustifica dicendo che gli è stata consegnata la busta sbagliata.

OSCAR 2017, L’ERRORE NEL LEGGERE LA BUSTA

La busta letta diceva in realtà… Emma Stone per “La La Land”, ergo si riferiva alla migliore attrice, peraltro già annunciata. Uno sbaglio clamoroso per l’Academy. Sui social la folla grida allo scandalo. Il povero Jimmy Kimmel si prende la responsabilità dell’accaduto: È colpa mia, sapevo che avrei rovinato tutto prima della fine. Buonanotte a tutti, prometto di non tornare più. 

GUARDA IL VIDEO DELL’ERRORE

Laureato in DAMS all'Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso "Darkside Cinema" e "L'Atalante", è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, "Interno familiare". Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.