Sport

Partite di Serie A rinviate per il Coronavirus: quando si recupera?

Possibile il completamento della 26 giornata nel week end con Juventus-Inter da disputarsi lunedì 9 Marzo

Il consiglio straordinario della Lega di Serie A, riunitosi in teleconferenza, si è concluso con un nulla di fatto. Mercoledì è stata convocata quindi un’assemblea straordinaria del Coni a Roma. Dopo il rinvio delle 5 partite per l’emergenza del coronavirus bisognerà trovare una soluzione per i recuperi delle partite. Sul tavolo c’è l’ipotesi di far giocare il big match Juventus-Inter mercoledì o giovedì con lo slittamento a data da destinarsi della semifinale di Coppa Italia. Proposta che peraltro sembra essere già tramontata a causa del parere negativo della società nerazzura.

Possibili scenari

In queste ore cresce la possibilità di completare la 26 giornata di campionato nel week end con Juventus-Inter che si giocherà così il 9 marzo. I successivi turni verranno poi rinviati di una settimana

Botta e risposta tra Dal Pino e Marotta

Nel frattempo le polemiche sulla decisione di rinviare 5 partite a causa del corona virus non accennano a placarsi. L’ad dell’Inter Gianluca Marotta aveva parlato di campionato falsato ed equilibri alterati oltre che di un vero e proprio danno nei confronti della società nerazzura. La replica del Presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino non si è fatta attendere:<<  Venerdì io e l’ad di della Lega De Siervo abbiamo proposto all’Inter di spostare la gara contro la Juventus al lunedì sera per disputarla a porte aperte. L’Inter si è rifiutata categoricamente di scendere in campo. Si assuma la responsabilità e non parli di sportività e torneo falsato. Trasmettere gare a porte chiuse sarebbe stato un pessimo biglietto da visita per l’Italia>>. Marotta non ha digerito queste affermazioni e ha commentato la proposta della Lega di Serie A così:<<  Una proposta impraticabile e quasi provocatoria. Il pubblico ammesso sarebbe stato però solo quello juventino e giocare lunedì sarebbe andato contro la logica della tutela della salute pubblica, presupponendo di fatto la scomparsa dell’allarme coronavirus nel giro di sole 24 ore>>.

L’intervento del Ministro dello Sport

Nel frattempo il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha chiesto con gran voce di no far cadere sul governo responsabilità non sue e ha dichiarato a tal proposito:<< In questi giorni non sono stati tutti d’accordo e molti speculano dicendo che sono decisioni del governo, Invece vorrei ricordare che il mondo dello sport è assolutamente autonomo. Di certo la salute viene prima di ogni tipo di partita, di qualsiasi sport>>.

 

Tag
Back to top button
Close
Close