Pensioni Oggi, Ultime Notizie: Rinvio del Confronto Ape, Quota 41 e Precoci

Incontro rinviato e tanta delusione per i lavoratori

APE pensionistica? Come funziona l'uscita anticipata

Niente di fatto ieri, per la Riforma delle Pensioni, nella data in cui era previsto un nuovo incontro-confronto tra Sindacati e Governo, è arrivata invece la notizia di uno spostamento dell’incontro alla prossima settimana. Tanta la delusione e sempre più vane le speranze di vedere pronti i decreti attuativi per il primo maggio.

Rinvio del confronto tra Sindacati e Governo: Ritardi per l’Ape?

É stato rimandato al prossimo lunedì 20 marzo 2017 il confronto tra Sindacati e Governo che doveva avere luogo invece ieri, 13 marzo. Le motivazioni del cambio di data non sono chiare, ma chiaro è il messaggio sulla poca affidabilità che sembra ormai avere la data del primo maggio per l’attuazione del piano Ape. I tempi tecnici infatti continuano a dilatarsi, facendo slittare in avanti tutte le date e le scadenze. L’incontro tra Governo e Sindacati è stato dunque spostato al prossimo lunedì alle ore 15:00.

Lavoratori Precoci e Quota 41: delusione e interrogativi

Tanta la delusione soprattutto per i Lavoratori precoci che si erano già organizzati per un nuovo presidio davanti al Ministero del lavoro per continuare a chiedere ascolto alle loro richieste. Molta amarezza serpeggia anche sulla pagina social, punto di incontro importante “Lavoratori Precoci uniti a tutela dei propri diritti”, dove un utente scrive in un post i propri dubbi e la propria delusione:

“Ma come mai non sono stati resi noti i motivi dello spostamento dell’incontro tra sindacati e governo che si sarebbe dovuto tenere lunedì 13 scorso(rinviato al 20 marzo).
Non che ciò cambi qualcosa nella nostra situazione di aspiranti pensionati, ma almeno per correttezza io penso che chi conosce i retroscena di questo spostamento dovrebbe almeno renderne partecipe il resto del gruppo.
Anche se fosse solo una normale prassi utilizzata dagli addetti ai lavori per cercare di risolvere alcune questioni di carattere tecnico, è ormai da troppo tempo che le persone aspettano di sapere cosa potrebbe cambiare nella propria vita di qui a poco tempo e che, continuare ad aggiungere incertezza in questo momento mi sembra sbagliato.
È importante che noi,anche con i pochi mezzi che abbiamo a disposizione( e Facebook è uno di questi ) continuiamo a dibattere entrando nel merito di questa “riforma delle pensioni” e delle scelte che si stanno facendo sulla nostra pelle, soprattutto in questa fase finale della trattativa”.

Condividi
Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.