Politica

Perchè il Partito Democratico ha perso?

Alle elezioni del 4 Marzo, l’unico vero sconfitto è stato il Partito Democratico. Le cause dietro questa sconfitta storica, risiedono, come ribadito più volte, sia nella pessima gestione comunicativa durante la fase Renzi e sia l’ondata di scandali politici che ha travolto il buon nome dei difensori della costituzione.

Tralasciando la parentesi Gentiloni, il Partito Democratico, soffre da molto tempo di un male che lo ha portato alla disfatta più totale e che sostanzialmente possiamo riassumere con : che fine ha fatto la sinistra da piazza? Il distacco che si è creato tra politici e società, ha causato la perdità di credibilità in seno alla dirigenza di partito e , non per ultimo, la pessima svolta – semi democristiana – assunta dal partito durante la parentesi Renzi.

L’ascesa del Renzismo, ha concesso un barlume di speranza iniziale, chiamato precisamente “rottamazione”. Ma non è andata esattamente così.

Tre sono stati i principali errori del Partito Democratico: la perversa convergenza chiamata Patto del Nazareno , il quale ha partorito sostanzialmente una legge elettorale incostituzionale ( Italicum); il fallimento del Referendum Costituzionale, a fronte di una campagna mediatica assolutamente a favore del “Sì” e in ultima istanza il Jobs Act che sostanzialmente è l’antitesi di qualsiasi partito di Sinistra.

Ecco, in questo senso ricorderemo Renzi come l’unico politico che è riuscito a sbriciolare un partito a tal punto da afossarlo nell’arco di 4 anni.

Questa miriade di manovre che uno si aspetterebbe da un Berlusconi, ha creato una scissione incolmabile all’interno dell’elettorato: Pro Renzi e contro Renzi.

I secondi, sostanzialmente, hanno votato il Movimento 5 Stelle. Purtroppo, tutto questo, non è bastato ai componenti del pd per redimersi dalle posizioni precedemente assunte, cambiando rotta verso una politica a “tutta sinistra”.

Ora si parla di opposizione a tutti i costi “ perchè è quello che ci ha chiesto l’elettorato”.

Niente di più sbagliato: paradossalmente, tutta l’opposizione fatta in questi anni contro l’ascesa del m5s, ha permesso, non di rado, uno sviluppo sempre più grande ai grillini.

Puntare il dito contro l’opposizione, non curando minimanente i problemi del partito, ha causato quel risultato mai avuto del 18%.

Tag

Gianluca Di Maula

Laureato in Scienze Politiche con un Master in Social Media Marketing.Purtroppo, appassionato di politica e cronaca mafiosa.
Back to top button
Close
Close