Phantom Thread con Daniel Day-Lewis: Trama, Data d’Uscita e Curiosità

Tutti i dettagli sul prossimo lavoro del regista Paul Thomas Anderson che sta appassionando, per le tematiche trattate i drama-addicted di tutto il mondo .

Ancora blindatissimi sono i tratti secondari su cui verte questo american drama, che comunque si preannuncia già per essere l’evento più atteso dai cinefili di tutto il globo. Noi di Newsly.it abbiamo cercato di sbrigliar la matassa di Panthom Thread, film/progetto -annunciatissimo!- ambientato nel mondo della moda degli anni Cinquanta. E il motivo è presto detto: il regista di Phantom Thread altri non è che Paul Thomas Anderson, uno fra i migliori, senza dubbio della sua generazione.

Vincitore dei maggiori premi nei principali festival mondiali (ricordiamo nel 1999 l’Orso d’Oro per il film Magnolia e nel 2007 l’Orso d’argento per il miglior regista per Il petroliere) si aggiudica nel 2002 il Premio come miglior regista al Festival di Cannes per il film Ubriaco d’amore. Ha ricevuto nel corso della sua carriera ben sei candidature al Premio Oscar, senza però mai aggiudicarsi il premio. Se si aggiunge a questa importante presenza anche un’altra, ben più “in ombra” per sua stessa volontà il risultato non può che auspicarsi Epico.

Alcune immagini dal set

Stiamo parlando di Daniel Day-Lewis, una figura dell’ambiente cinematografico da sempre avvolta da un alone leggendario, alimentato proprio da quest’esser schivo verso giornalisti, registi et similia. Dotato di un talento davvero spiccato ha concesso, secondo quanto dichiarato recentemente un’ultima occasione di spicco alla sua carriera proprio attraverso questo film. Dopo Phantom Thread infatti ha dichiarato che si ritirerà dalle scene, con buona pace sua ma non dei suoi fan che hanno imparato ad amare i suoi ruoli.

E’ proprio per questo che “tutto il mondo” ringrazia virtualmente il blog  Cigarettes & Red Vines  per la pubblicazione, tempo fa di alcune immagini scattate sul set del film che ritraggono l’attore nelle sue ultime fatiche.

Phantom Thread: la trama 

Immaginate la splendida Londra degli anni 50′. Una Londra che poi così “splendida” e innocente non è (non parliamo poi della sua vivibilità); nella memoria di tutti gli inglesi infatti vige ancora a monito l’evento raro della “Nebbia assassina” che uccise ben 12000 persone nel 1952.

L’attrice tedesca Vicky Krieps è nel cast di Phantom Thread

Un evento per il quale fu pesantemente accusato di poca solerzia persino l’allora Primo Ministro Winston Churchill; proprio quel Churchill che aveva sempre appoggiato i vantaggi del carbone, principale “indagato”dell’evento meteorologico che ebbe origine proprio dalla sua combustione combinata all’aria che, divenuta acida oscurò di pece nera i cieli per giorni provocando difficoltà respiratorie e decessi fra uomini, donne, bambini e persino animali.

Una Londra venefica? Sì e no. Se per quanto concerne il discorso sanità forse questa pagina di storia vi oscurerà la sua magia, è proprio in questo contesto storico che si inserisce  la trama di Phantom Thread; e lo fa addentrandosi nei meandri più piacevoli ed effimeri della Moda. E’ una Londra post-bellica, dove l’economia si riscopre in ascesa; riprende il boom demografico, le strade vengono ricostruite, assieme ai suoi tunnel della conosciutissima London Underground sotto cui trovarono rifugio dai bombardamenti -per giorni- un po’ tutti i londinesi. Il ceto borghese, e il medio-alto riprendono le proprie quotidiane routine e con queste…persino lo shopping, no?

Phantom Thread: riprese e set

Le riprese sono state effettuate in Inghilterra. La notizia è stata confermata dalla Whitby Gazette, un quotidiano dello Yorkshire settentrionale che ha provveduto a pubblicare alcune immagini di Day-Lewis nel villaggio di Lythe. Le riprese, sempre secondo quanto asserito dal quotidiano inglese, si sono poi successivamente spostate nella Robin Hood’s Bay, a poca distanza dal centro sopracitato.

Riprese di Phantom Thread a Staithes comparse su Twitter

Il film è stato prodotto dalla Annapurna di Megan Ellison e distribuito dalle ben più note Focus Feautures e Universal; le stesse che si sono aggiudicate l’affare dopo una feroce guerra di offerta con la Fox Searchlight. Il film ha un budget a dir poco stratosferico: ben 35 milioni di dollari.

Il protagonista, ovviamente interpretato da Daniel Day-Lewis dovrebbe incarnare il volto del celebre stilista Charles James. Inglese di nascita, statunitense d’adozione… of course; alcune dichiarazioni ufficiali sul film giustificherebbero proprio questo possibile connubio (che comparirebbe nel film) fra vita inglese e newyorchese. Si tratta per noi di ‘un ipotesi al momento senza riscontro come sviluppo della trama stessa; unica conferma in merito è giunta il 2 giugno 2016 .

Una data d’uscita che è la nostra ad effetto

Quel che è noto è che nel progetto cinematografico di Phantom Thread sarà trattata la vita di Charles James; si avrà ovviamente un focus sulla sua produzione sartoriale per la famiglia reale britannica e i membri dell’alta società. L’anteprima nazionale è al momento programmata per il 25 dicembre 2017. L’ informazione è giunta a marzo di quest’anno tramite il sito Collider, che ci ha di fatto fornito una data davvero suggestiva che equivale ad un regalo sotto l’albero per i cinefili. Un po’ avant-garde commentare il tutto con un …”E Buon Natale a tutti?” Non per noi di Newsly.it , che attenderemo con trepidazione dicembre per correre a vederlo!

Laureata in Belle Arti, Dipartimento di Arti Visive ha scelto di fare della Decorazione Artistica, in ogni forma la sua vita. Pugliese di nascita, spezzina d’adozione ha sempre un nuovo libro con sé; ama i viaggi, la fotografia, il buon cibo e predilige i film storici. Freelance Editor per Newsly.it e NailsArt.it scrive per dare voce alle idee, per lasciare che si concretizzino e possano dare nuova forma e sostanza al mondo che la circonda.