Attualità

Primo sciopero delle donne in Italia: Festa delle Donne 2018

#weetoogether: questa è la storia di Daniela. Timida donna di 56 anni, onesta lavoratrice e mamma.

Considera, come molte, la famiglia sua primaria ragione di vita; per questo si dedica ad essa ogni giorno con tanta pazienza e forza.

La storia di Daniela

Dopo la separazione dal marito ha cresciuto, non senza difficoltà, due figli di 3 e 8 anni e il destino, spesso beffardo, l’ha portata oggi, a quasi 20 anni di distanza, a rivestire i panni di guida e riferimento per i suoi genitori. Un uomo ed una donna troppo anziani, stanchi e malati per riuscire a badare interamente a se stessi.

Ogni giorno Daniela si alza, va a lavorare e torna a casa, sapendo già che il tempo per mettersi comoda sul divano sarà sostituito da una corsa dai genitori per controllare che tutto vada bene, la meritata cena tranquilla davanti alla tv sarà preceduta da quella che dovrà preparare ai suoi per assicurarsi che mangino, e l’ennesima visita di controllo dal medico di famiglia prenderà il posto della sua uscita con un’amica.

La vita di Daniela è simile a quella di tante altre sue coetanee. Come loro ogni giorno lei vince la sua piccola battaglia, in silenzio, senza bisogno che gli altri lo sappiano, aspettando con fiducia l’arrivo di tempi migliori.

Ed è proprio a lei e a tutte coloro che oggi come domani combatteranno la propria battaglia personale che, durante la giornata dedicata alle donne, non si devono comprare mimose, cioccolatini, o scrivere post strappalike su Facebook.  Bisogna farsi notare. #weetoogether.

In 70 paesi in tutto il mondo le donne non faranno altro che incrociare le braccia. Un gesto semplice, che potrà risultare anche banale, ma che racchiude in sé la più forte manifestazione di libertà ed uguaglianza che può esistere.

Ogni donna, sul lavoro, in casa, o un po’ dove le pare, avrà il diritto di fermarsi e godersi la festa a lei dedicata.

Lo sciopero delle donne

Il senso di questo “sciopero”, che durerà 24 ore, è quello di fare capire a tutti, ma soprattutto alla società maschilista in cui viviamo, che basterebbe che le donne decidessero di fermarsi un solo giorno, per rendere molto più complicata una solita giornata in ufficio, un

Chi vorrà potrà condividere questa iniziativa o partecipare attivamente indossando qualcosa di nero e fucsia, colori simbolo della manifestazione.

Con #weetoogether si potranno seguire cortei ed eventi in tutta Italia.

Di seguito tutte le informazioni necessarie: https://nonunadimeno.wordpress.com/

Tag
Back to top button
Close
Close