Renato Zero nuovo singolo “La lista”: Video e Testo

È in rotazione radiofonica a partire dal 19 settembre, il nuovo singolo di Renato Zero intitolato La lista, terzo estratto dal suo ultimo album Alt. Un pezzo che vuole essere un omaggio al mondo femminile: “Donne sottostimate se non addirittura annullate –  racconta l’autore – dall’altra parte della barricata maschietti spesso inesperti e superficiali che fuggono via prima della consumazione per paura di essere tanati. Ma la vera forza della donna consiste nell’essere costantemente spettatrice di se stessa”.

Il brano, scritto dallo stesso cantautore romano su musiche di Danilo Madonia, arriva in concomitanza con il successo di ascolti riscontrato dallo show Arenà – Renato Zero si racconta, andato in onda Sabato scorso su Rai 1, che ha totalizzato oltre 4.000.000 di spettatori ottenendo il 20,4% di share. Durante la serata evento, una sorta di riassunto dei tre concerti tenuti all’Arena di Verona lo scorso mese di Giugno, sono intervenuti diversi ospiti, tra cui: Francesco Renga, Emma Marrone, Elisa, Sergio Castellitto, Carlo Giuffrè ed il trio toscano formato da Carlo Conti, Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello.

Continua intanto la prevendita dei biglietti dell’Alt in tour, la tournée che porterà Renato in giro per lo stivale e che partirà il prossimo 24 e 25 Novembre dall’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), per poi proseguire: il 28 ed il 30 dal Pala Alpitur di Torino; il 3 Dicembre dall’Adriatic Arena di Pesaro; il 6, 7, 9, 10, 13 e 14 dal Palalottomatica di Roma; il 16, 17, 19 e 20 Dicembre dal Nelson Mandela Forum di Firenze; il 22 ed il 23 dall’Arena Spettacoli di Padova; il 6, 7 e 9 Gennaio dal Mediolanum Forum di Assago (MI) e che terminerà il 14 e il 15 al Modigliani Forum di Livorno.

LA LISTA video

LA LISTA video

È una lista infinita la tua
tu che di maschi ne hai visti
si riscaldano e fuggono poi
a bordo degli imprevisti
son creature emblematiche, sì
restano figli per sempre
se ti ostini a cambiarli anche tu
non esci fuori più

Hai provato a capirli di più
a dargli spazio e carezze
rinunciando talvolta anche tu
alle tue brave certezze
così rare le opportunità
di raccontarsi e capirsi
che peccato che i piccoli eroi
si sono persi

Belli robusti e inconcludenti
più delinquenti che signori direi
tienili a bada i sentimenti
salvati in tempo, apri gli occhi anche tu
voi siete l’alibi perfetto
gli offrite stabilità
ma al di fuori del letto
addio complicità

È una misera lista la tua
se hai vinto i più sgangherati
tanti Principi di sangue blu
per i viagra inghiottiti
e se mai care amiche anche voi
vi presterete al ricatto
perderete la faccia e così
il suo rispetto

I maschi ormai dimenticati
abbandonati in quell’estate laggiù
dove l’amore si abbronzava
e tu ne morivi una volta di più
nessun problema andiamo avanti
si vede il mare da qui
quando il dolore finalmente non senti
nessun problema si va avanti
si vede il mare da qui
quando il dolore finalmente non senti
sei libera sì
è una misera lista la tua