Renzi in Libano in Mimetica: “Basta estremismi”

Renzi in Libano in Mimetica:

Matteo Renzi va in visita ufficiale in Libano in tuta mimetica. Ecco le parole del presidente del Consiglio: “Basta estremismi”.

Il premier ha concluso nella tarda mattinata di oggi, ora italiana, l’incontro nella capitale Beirut con il primo ministro del Libano Tammam Salam. Atmosfera di grande diplomazia e cordialità tra i due leader, che hanno parlato di tematiche importanti a livello mondiale.

Si è innanzitutto toccato lo scottante tema dell’immigrazione. Renzi ha parlato così a riguardo del problema: “E’ un momento molto importante e delicato in questa parte della Terra. L’Europa deve guardare di più e meglio in questa direzione: il Libano, pur essendo 15 volte più piccolo dell’Italia, riesce ad accogliere un milione e mezzo di rifugiati, dieci volte il numero accolto dall’Italia quest’anno”.

Eppure la piaga del terrorismo affligge in maniera drammatica il piccolo Stato guidato da Salam. Cosa fare? “Se noi non mandiamo i bambini a scuola alleviamo la generazione di estremisti di domani. Bisogna smettere con gli slogan e fare quello che Italia e Libano intendono fare insieme in tanti ambiti. Per una pace stabile dobbiamo investire nell’istruzione e nell’educazione per costruire un investimento per le nuove generazioni”. Così il premier Matteo Renzi in visita in Libano.

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.