Cronaca

Sciopero Scuola 14 novembre 2016: i motivi della protesta

Dopo gli ultimi due scioperi del 21 ottobre e 4 novembre, si torna a replicare, si torna a scioperare. Lunedì 14 novembre i sindacati CGIL CISL E UIL hanno indetto una nuova, lunga giornata di manifestazione per protestare contro la Legge di stabilità in vigore nel 2017, le promesse non mantenute del governo Renzi e la non valorizzazione dell’istruzione pubblica in difesa della “Buona scuola”. Piazza Montecitorio farà da sfondo, il prossimo lunedì, ad un nuovo sciopero in cui professori e studenti si faranno sentire a gran voce. I motivi per cui si sciopererà lunedì prossimo saranno:

  • Mancato bonus di 500 euro per il personale scolastico anche con contratto a tempo determinato
  • Un nuovo piano straordinario di assunzioni che stabilizzi coloro che hanno già lavorato come docente o ATA e consentire ai neolaureati di accedere alla terza fascia delle graduatorie d’istituto ai concorsi a cattedra.
  • Aprire ai precari la partecipazione al prossimo concorso per dirigenti scolastici, se in possesso del requisito dei 5 anni di servizio

Da notare che allo sciopero aderirà tutto il personale scolastico ATA, non solo i docenti.

Si preannunciano non pochi disagi in tutta l’Italia a partire dalle scuole che rimarranno chiuse. A Napoli i mezzi di trasporto subiranno qualche variazione dalle 9 alle 18 a seguito anche da una lunga marcia che tutti gli studenti partenopei metteranno a punto per le principali vie cittadine. A Milano avrà luogo una manifestazione a Largo Cairoli alle 9,30.

Leggi anche—>Sciopero 14 novembre Scuola: Insegnanti e Studenti in piazza

Tag

Antonio Criscuolo

Mi chiamo Antonio criscuolo, ho 22 anni vengo da Torre del greco provincia di Napoli, studio scienze della comunicazione. Amo il.cinema, la televisione, la musica e scrivere, passione che spero di portare avanti.
Back to top button
Close
Close