Sidigas Avellino: Presentazione Sacripanti e Alberani

Sidigas Avellino: Presentazione Sacripanti e Alberani

Pino Sacripanti è, ufficialmente, il nuovo allenatore della Sidigas Avellino. Il coach, in uscita dalla Pallacanestro Cantù, è stato presentato oggi pomeriggio nella sala stampa del Palasport “Giacomo Del Mauro”, assieme al nuovo direttore sportivo della Scandone, Nicola Alberani.

Ad introdurre i due volti nuovi è il presidente della società irpina, Giuseppe Sampietro: “Abbiamo a che fare con due persone competenti e professionali. Voglio ringraziare, oltre che Pino e Nicola, il patron De Cesare per aver permesso l’iscrizione al prossimo campionato di Serie A.”

A parlare per primo è Alberani, il quale parla del rapporto con Pino e della piazza: “Con Pino ci siamo trovati quasi per caso e abbiamo lavorato fin dal primo giorno. Penso che Avellino è una grossa opportunità: ripartire da zero, senza le scorie del passato, ci permetterà di fare un buon lavoro. Siamo in ritardo ma, grazie alla passione di questa città, possiamo recuperare terreno.”

È la volta, poi, di Sacripanti, che esordisce con alcuni retroscena: ” Mi sono incontrato con De Cesare a Napoli, in occasione del raduno con l’Under 20. Non ci ha messo molto il patron a convincermi. Ricordo inoltre che, nella partita tra Avellino e Cantù qui al Del Mauro, un tifoso biancoverde mi ha detto che, prima o poi, sarei venuto qui. E così è stato”.

Anche il nuovo coach si sofferma sul rapporto con il nuovo ds: “Dobbiamo ripartire da zero, abbiamo già iniziato a lavorare con Nicola riguardo alla filosofia da improntare alla nuova squadra. Spero di essere all’altezza della piazza e di fare il mio meglio”.

A chiudere è il patron, Giannandrea De Cesare, che non risparmia qualche stoccata a Valerio Spinelli: “Il primo nome che si era fatto era quello di Alberani. Avevamo poi deciso di dare priorità a qualcun altro, ma di questo ne parleremo in seguito”.

Un paio di parole vengono spese anche per i nuovi volti della Sidigas: “La voglia e la motivazione c’è, Nicola è molto bravo nello scovare talenti. Non importa soltanto la qualità, ma anche la chimica. Sono contento per la dimostrazione d’affetto data dal pubblico.
Pino ha sorpreso anche per il suo approccio diretto e semplice, gli ho parlato inoltre dello spirito del Lupo: bisogna vincere, ma soprattutto avere fame e lottare”.

Diplomata in sociopsicopedagogia con formazione da Educatrice. Appassionata di Musica, Teatro, Cinema, Televisione e tutte le forme d’ arte. Amo la scrittura e la lettura di qualsiasi notizia.