Sondaggi Elettorali Francia 2017, Macron supera Le Pen

Il sondaggio è stato pubblicato da Harris Interactive.

Sondaggi Elettorali Francia 2017, Macron supera Le Pen 2

Un sondaggio elettorale che non ti aspetti per le elezioni prossime in Francia: Macron infatti supera Le Pen. L’opinione pubblica europeista può iniziare a guardare con maggiore serenità sul futuro dell’Unione Europea ora che Marine Le Pen sembra avere un competitor di pari livello nella campagna elettorale francese?

Presto per dirlo ma si è a buon punto. Per la prima volta, infatti, un sondaggio evidenzia, non solo un riallineamento sulla bilancia dei consensi tra la candidata di destra ed Emmanuel Macron,  ma dà percezione di un, seppur leggero, sorpasso nel primo turno elettorale dell’esponente moderato della politica francese.

TUTTI I NUMERI DEL SONDAGGIO

Per il sondaggio di Harris Interactive commissionato da France Televisions il consenso per il leader del nuovo movimento En Marche si attesterebbe di un punto percentuale sopra la candidata del Front National.  Quel 26% per Macron dice molto sul piano simbolico; è la prima volta in due anni che Marine Le Pen è superata da un avversario, e dato ancor più incisivo dimostra che,  in caso di ballottaggio trà i due candidati, l’ex ministro dell’economia francese, con il 65% dei consensi, risulterebbe vincente con un distacco di 30 punti sul 35% raccolto dalla candidata antieuropeista.  Per l’esponente repubblicano Francois Fillon un apparente magro 20% che lo posiziona al terzo posto della contesa ma non ancora del tutto fuori gioco, posizione che invece sembra destinata al  13% del candidato socialista Benoît Hamon.

ANALISI DEL SONDAGGIO

Marine Le Pen, nonostante sia forte di un blocco di elettorato radicale incitato da proclami dal sapore sempre più populista, come ad esempio l’impossibile introduzione di un nuovo Franco con valore pari all’Euro,  di certo paga i continui scandali a cui è sottoposta la sua figura ed il suo entourage. Comprese in ultimo le indagini sull’organizzatore della macchina elettorale del Front National, Frédéric Chatillon.

Tanto della tenuta dell’Unione Europea dipende dal risultato delle presidenziali francesi e da più parti in Europa arrivano moniti e ricerche di rassicurazioni sul destino dell’eurozona. In ultimo dall’attuale Presidente della Repubblica Francois Hollande sulla necessità di fare massa critica comune contro il pericolo Frexit e del Governatore della BCE Mario Draghi che oggi avverte i francesi su di un dato di fatto: L’Euro è irreversibile”.

L’assalto europeista alla nazionalista Le Pen continua ed i ranghi della destra francese iniziano a cedere proprio adesso che la candidata francese sembra non riuscire più ad afferrare quel consenso volatile e moderato che richiede onestà, chiarezza nei progetti e grande immagine di sicurezza in politica estera e che in Francia ti può far vincere le elezioni.

Laureato in Filosofia, mi occupo di comunicazione politica e sociale. Qui scrivo di politica, diritti ma anche di altro. Ove conoscenza permette cerco di avere uno sguardo ampio sui fatti. Mi piace evidenziare i nodi delle questioni con un approccio riflessivo, pragmatico e razionale. Nonostante tutto, non mi piace rimanere ad immaginare ciò che c'è oltre il muro. Credo sia necessario andare a guardare e provare a capire.