Tav, Assolto Erri De Luca: Il fatto non sussiste

Tav, Assolto Erri De Luca: Il fatto non sussiste

Si è concluso questa mattina 19 ottobre, nell’aula del Tribunale di Torino, il processo al giornalista e scrittore Erri De Luca. Lo scrittore è stato assolto dall’accusa di istigazione al sabotaggio. L’uomo aveva sostenuto, in una intervista all’Huffington Post, che la Tav va sabotata. La sentenza di assoluzione  è stata accolta da numerosi applausi da parte dei No Tav. De Luca questa mattina appena aperta l’udienza, nella sua dichiarazione aveva confermato la sua posizione. Queste le sue parole: “Confermo la mia convinzione che la linea sedicente ad Alta Velocità va intralciata, impedita e sabotata per legittima difesa del suolo, dell’aria e dell’acqua”. 

Lo scrittore comunque si diceva pronto a tutto, aveva infatti dichiarato che in caso di condanna non sarebbe ricorso in appello, nonostante si sentisse parte lesa, prima della sentenza lo scrittore aveva affermato: «Ritengo inapplicabili al mio caso le attenuanti generiche. Se quello che ho detto è reato, l’ho ripetuto e continuerò a ripeterlo. La mia parola contraria sussiste e aspetto di sapere se costituisce reato». A quanto pare aveva ragione.