PoliticaScuola

Chi è Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione: Biografia e Carriera

Lucia Azzolina è il ministro dell’Istruzione subentrato a Lorenzo Fioramonti a partire dal 10 gennaio 2020

Quello della Azzolina non è stato un inizio semplice, a partire dal 2 febbraio quando i sindacati muovono un’accusa specifica: la mancata attuazione di politiche idonee per i docenti precari della scuola e proclamano uno sciopero nazionale. Poi, il 28 febbraio, l’associazione Partigiani scuola pubblica ne chiede le dimissioni a seguito dell’archiviazione del disegno di legge che prevedeva l’abolizione della chiamata diretta dei docenti da parte dei dirigenti scolastici.

È stata l’emergenza Coronavirus a stravolgere il mondo della scuola: lezioni sospese, didattica a distanza e chiusura degli edifici. Tuttavia, per garantire la ripresa delle attività in totale sicurezza ed efficienza, il Governo ha allora inserito nel decreto Rilancio diverse misure a favore dell’Istruzione.

Chi è Lucia Azzolina

Nata a Florinda (Siracusa) il 25 agosto del 1982, Lucia Azzolina, ha conseguito due lauree in filosofia e diritto. Entrata al governo come sottosegretaria al Miur, si è occupata dell’unico provvedimento concluso in questi quattro mesi: ovvero l’approvazione del decreto salva-precari con il quale sarà possibile attuare una mega sanatoria di precari (circa 24 mila posti) e indire un concorso ordinario (24 mila posti).  La Azzolina ha anche denunciato di aver ricevuto messaggi di morte da alcuni gruppi di precari rimasti esclusi dalla sanatoria.

È stata anche insegnante di sostegno e sindacalista, aderendo pertanto al sindacato Anief, di cui è la prima parlamentare. Tra le battaglie condotte risalta quella contro le cosiddette “classi pollaio”: infatti, dopo la sua elezione, ha presentato un disegno di legge per ridurre il numero massimo degli studenti per classe. Proposta ritenuta non centrale considerato le classi pollaio rappresentano solo il 5% della popolazione scolastica.

Altre due proposte appena annunciate balzano all’attenzione: aumento dei posti di ruolo per gli insegnanti di sostegno e laurea specifica per docenti. In più, chi vuole insegnare alle scuole superiori dovrà indirizzarsi su un corso universitario apposito, su modello della laura per le maestre.

Le controversie

A maggio 2019 il settimanale l’Espresso pubblica una serie di articoli in cui evidenzia la sua partecipazione al concorso da dirigente scolastico, bandito il 24 novembre 2017 e svoltosi tra il 2018 e il 2019 (classificandosi al 2542 esimo posto su un totale di 2900 posti disponibili in un concorso a cui avevano partecipato 35mila docenti), pur essendo investita della carica di membro della Commissione parlamentare istruzione della Camera. Alle critiche sul conflitto di interessi, Azzolina ha replicato affermando che si trattava di un concorso al quale si stava preparando dal 2017.

Successivamente, il 27 dicembre 2019, il Presidente della Commissione per l’accesso al ruolo di dirigente scolastico Massimo Arcangeli giudicò la prova orale mettendo in dubbio la sua capacità di poter svolgere l’incarico di Ministro dell’Istruzione, sulla base dei risultati ottenuti nelle prove. La Commissione presieduta dallo stesso Arcangeli ha attribuito punti 80.5/100 alla prova scritta e punti 75/100 alla prova orale.

Lo stesso Arcangeli, sul quotidiano La Repubblica del 11 gennaio 2020, sostiene che alcuni paragrafi della tesi da lei presentata in occasione dell’abilitazione all’insegnamento sarebbero stati copiati da testi specialistici. In seguito alla diffusione della notizia i partiti d’opposizione, tra cui la Lega, ne hanno chiesto le dimissioni dalla carica governativa. Di conseguenza, Lucia Azzolina ha replicato alle accuse rilevando che non si tratta né di una tesi di laurea né di un plagio, essendo lo scritto una semplice relazione di fine tirocinio.

 

.

Tag

Veronica Mandalà

Palermitana di nascita, sono laureata in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo all'Università "La Sapienza" di Roma. Appassionata scrutatrice della realtà in tutte le sue sfumature, mi occupo di attualità, politica, sport e altro.
Back to top button
Close
Close