Udienza Papa Francesco oggi 10 aprile 2018: “Battesimo, compleanno della rinascita”

Durante l’udienza generale del mercoledì, Papa Francesco ha approfondito il sacramento del Battesimo.

Papa Francesco durante l'udienza generale del mercoledì

Ritornano le belle giornate e Piazza San Pietro si riempie di pellegrini giunti in Vaticano per assistere all’udienza generale del mercoledì presieduta da Papa Francesco. Nel discorso in lingua italiana il Papa, concluso il ciclo di catechesi sulla “Santa Messa”, ha incentrato la sua meditazione sul Battesimo: 1. Il fondamento della vita cristiana. Quella di oggi dunque una vera e propria spiegazione, meditazione ed approfondimento sul sacramento del Battesimo, il primo sacramento dell’iniziazione cristiana.

Le parole del Papa

Che cos’è il battesimo ? È quel sacramento (il primo) che sta a simboleggiare il seppellimento

Il Battesimo cristiano

dell’uomo vecchio e la rinascita dell’uomo nuovo in Cristo. Il battesimo dunque è quel sacramento che accende la vita cristiana nell’uomo, ed esso è dunque: “ll primo dei Sacramenti, in quanto è la porta che permette a Cristo Signore di prendere dimora nella nostra persona e a noi di immergerci nel suo Mistero”.

Che cosa vuol dire la parola “battezzare” ? Papa Francesco, come se fosse un buon catechista, ha spiegato passo passo il significato di questa parola: “Il verbo greco “battezzare” significa “immergere”. L’immersione nell’acqua infatti è un rito comune a varie credenze per esprimere il passaggio da una condizione a un’altra, segno di purificazione per un nuovo inizio. Ma “per noi cristiani – ha continuato Papa Francesco – non deve sfuggire che se è il corpo ad essere immerso nell’acqua, è l’anima ad essere immersa in Cristo per ricevere il perdono dal peccato e risplendere di luce divina”.

Un altro compleanno

“Il Battesimo è perciò segno efficace di rinascita, per camminare in novità di vita”. Con questa frase di San Paolo, Papa Francesco vuol ricordare proprio il fatto che alcuni cristiani, non ricordano il vero significato del battesimo. Ed è qui che il Santo Padre ha posto una domanda: “Sono sicuro che noi tutti ricordiamo la nostra data di nascita, ma mi domando se ognuno di voi ricorda qual è la stata quella del suo Battesimo?”. 

E così da buon maestro ha “assegnato un compito”: “Vi do un compito per casa: coloro che non si ricordano la data del loro battesimo lo domandino a casa, ai loro genitori, nonni e quel giorno ringraziare il Signore perchè quel giorno il Signore è entrato dentro di me”. Ricordarsi del giorno del proprio battesimo ha ricordato Papa Francesco prima di congedarsi: “È come un altro compleanno, il compleanno della rinascita”.

Pubblicato da Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale.
Il mio sogno ? Diventare vaticanista!
Twitter: @Azzarag91

Nuovo logo Canale 5

Nuovo Logo Canale 5 e TG 5 dal 16 aprile (Foto)

aereo da guerra

Rotte aeree pericolose nel Mediterraneo Orientale: l’allarme dell’Easa