Alessandra Amoroso, nuovo singolo “Sul ciglio senza far rumore”: Video e Testo

Grito y no me escuchas, la Canzone Spagnola di Alessandra Amoroso

È in rotazione radiofonica da Venerdì 16 Settembre il nuovo singolo di Alessandra Amoroso, intitolato Sul ciglio senza far rumore. Il brano, composto da Roberto Casalino e Dario Faini, rappresenta il quarto estratto dal suo ultimo album di inediti Vivere a colori, rilasciato lo scorso Gennaio. Per accompagnare il pezzo, è stato realizzato un videoclip ufficiale registrato tra i vicoli e i canali di Venezia, diretto dal regista Cosimo Alemà.

Un brano perfettamente nelle corde della cantante salentina, in sintonia con le sue passate produzioni, che accompagnerà le prossime date dal vivo del Vivere a colori tour, anticipato dalle anteprime avvenute lo scorso Maggio tra Roma e Milano, al via il prossimo 7 ottobre dal PalaPartenope di Napoli, per poi proseguire il 10 al Nelson Mandela Forum di Firenze, l’11 al Mediolanum Forum di Assago (MI), il 13 al Pala Alpitour di Torino, il 15 al Palalottomatica di Roma, il 18 ed il 19 al Palaflorio di Bari, il 21 ed il 22 al Palatupparello di Acireale (CT), il 24 al Pala Calafiore di Reggio Calabria, il 27 all’Unipol Arena di Bologna ed, infine, il 29 alla Kioene Arena di Padova.

SUL CIGLIO SENZA FAR RUMORE video

SUL CIGLIO SENZA FAR RUMORE testo

Ogni volta che
tu mi parli a me sembra che
le speranze siano stese al vento
che un bicchiere pieno è mezzo vuoto

Ogni volta che
tu mi guardi io ricordo che
le parole sono la cornice
mentre il quadro è altrove tu lo sai

Se viaggiamo senza direzione
pur volendo non mi incontrerai

Ma se ti aspetterò sul ciglio senza far rumore
annullare le distanze che ci separano
intanto sopravviverò
ho messo in tasca un po’ del tuo respiro

Ogni volta che
tu mi abbracci
io mi accorgo che
hai un vestito per ogni occasione
ma la nostra non arriva mai

Non mi far promesse ad alta voce
altrimenti non ti ascolterai

Ma se ti aspetterò sul ciglio senza far rumore
annullare le distanze che ci separano
e intanto sopravviverò
ho messo in tasca un po’ del tuo respiro

Siamo il bello noi siamo il cattivo tempo
siamo il peggio dietro ogni difetto
noi da sempre noi lasciare o prendere
noi che ad ogni errore sappiamo ridere
non c’è colpa non c’è scusa che ora tenga
non c’è una misura a questa sofferenza
di cui siamo parte in causa
di cui siamo parte lesa

Ma se ti aspetterò sul ciglio senza far rumore
puoi annullare le distanze che un po’ ci uccidono
e intanto sopravviverò
ho messo in tasca un po’ del tuo respiro
e qualche bacio di riserva
per quando mancherai
ogni volta che tu mi…