Attualità

Angelus Papa Francesco oggi 4 marzo 2018: “pericoloso strumentalizzare Dio e il culto”

Fa ancora freddo a Roma ma la neve che ha dato spettacolo una settimana fa, si è sciolta e così Piazza San Pietro è ritornata alla normalità. In questa III domenica di Quaresima, non è mancato il consueto appuntamento con l’angelus domenicale presieduto da Papa Francesco. Il vangelo di oggi, ricorda l’episodio in cui Gesù, cacciò i mercanti dal tempio e lo fece con una certa energia, non violenta ma un’azione decisa e sicura.

Fuori dal Tempio

“Non fate della casa del Padre mio un mercato!”. Con queste parole abbastanza forti, Gesù si rivolge ai mercanti che si trovavano all’interno del tempio e in esso si dedicavano alla vendita. Ma questa azione compiuta in prossimità della pasqua, spiega Papa Francesco: suscitò grande impressione nella folla e l’ostilità delle autorità religiose e di quanti si sentirono minacciati nei loro interessi economici. Come va dunque interpretata ? Di certo non fu un’azione violenta ma bensì: “Fu intesa come un’azione tipica dei profeti, i quali spesso denunciavano, in nome di Dio, abusi ed eccessi”. Ma per interpretare il gesto di Gesù, i discepoli utilizzarono un testo biblico.

I discepoli e il testo antico

Il Salmo 69, così recita: “Lo zelo per la tua casa mi divorerà”. Si tratta di un’invocazione di aiuto in una situazione di estremo pericolo a causa dell’odio dei nemici, ossia: “la situazione che Gesù vivrà nella sua passione”. Ecco dunque che viene fuori l’autorità; chi è Gesù per fare queste cose ? L’autorità verrà poi dimostrata quando Gesù offrirà la sua morte e resurrezione e lo farà nel momento in cui dirà: “Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere”.

L’insegnamento

La pagina evangelica di oggi dunque vuol fornire quelle indicazioni che servono: “a vivere la nostra vita non alla ricerca dei nostri vantaggi e interessi, ma per la gloria di Dio che è l’amore”. Ed ancora continua: “È molto brutto quando la Chiesa scivola su questo atteggiamento di fare della casa di Dio un mercato”. Per tal motivo conclude Papa Francesco: “È un pericolo grave, specialmente quando strumentalizza Dio stesso e il culto a Lui dovuto, oppure il servizio all’uomo, sua immagine. Perciò Gesù quella volta ha usato “le maniere forti”, per scuoterci da questo pericolo mortale”.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91
Back to top button
Close
Close