Attualità

Franco Mandelli morto l’ematologo all’età di 87 anni

Una grande perdita ha coinvolto il mondo della medicina,  è morto Franco Mandelli, luminare della ricerca sulla leucemia. Mandelli aveva 87 anni e nel 1955 si laureò a Milano, ma poco dopo si trasferì a Roma dove divenne una figura di spicco nella lotta alle malattie del sangue, in particolare contro il linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute. Nel policlinico Umberto I di Roma aprì il primo day hospital, che ancora oggi è il primo centro italiano per le malattie del sangue. Era anche  presedente del gruppo italiano malattie ematologiche dell’adulto. L’associazione italiana contro le leucemie ha scritto un bellissimo post su Facebook “Addio al nostro presidente, che ha dedicato la vita alle malattie del sangue e alla solidarietà. Anima della nostra organizzazione.”. Mandelli ha creato diverse campagne per raccogliere fondi per la ricerca, tra cui “Trenta ore per la vita, Partita del cuore, uova di Pasqua dell’Ail”. Nel 2003 ha ricevuto la medaglia d’oro al merito della sanità pubblica.  Non solo era conosciuto per la sua grande professionalità, ma anche per il suo modo raffinato di rapportarsi con i pazienti e le loro famiglie. Franco Mandelli era grande uomo che ha dedicato la sua vita agli altri e lo ha fatto sempre con il sorriso.

Tag
Back to top button
Close
Close