Spese Ignazio Marino al Comune di Roma: “Restituisco i soldi”

Sindaco Marino, Temple University:

Nelle ultime settimane sono state roventi le polemiche che hanno riguardato le spese del sindaco Ignazio Marino al Comune di Roma. Addirittura dopo gli esposti di Fratelli D’Italia e Movimento 5 Stelle, la procura ha aperto un fascicolo per vederci chiaro sulla questione.

Ora però per mettere fine alla questione, Marino ha deciso di pagare di tasca sua le spese sostenute con la carta di credito del Comune di Roma “In questi 2 anni ho speso meno di 20mila euro per rappresentanza, e li ho spesi nell’interesse della città. Sono accusato di questo? Bene, questi soldi li regalerò tutti di tasca mia alla città di Roma e non userò più la carta di credito del Comune“.

Marino ha poi aggiunto “I problemi di Roma sono altri, sicuramente alla stragrande maggioranza dei cittadini romani interessa la questione dei rifiuti, i trasporti pubblici e non gli scontrini delle mie cene di lavoro. Ma per mettere fine a tutte le polemiche ho già dato mandato alla Ragioneria di calcolare tutte le spese di rappresentanza pagate con la carta di credito e già domani mattina staccherò l’assegno per l’intera cifra. Spero che la mia decisione metta fine a tutte le polemiche“.

Leggi anche